Quantcast
facebook rss

Quintane e Palii, la stagione entra nel vivo: sabato 18 a Foligno una sfida tutta “ascolana”

TUTTI e sei i cavalieri che saranno protagonisti della Quintana di Ascoli si affrontano nella "Giostra della Sfida": in prova Gubbini il più veloce, ma il migliore è Melosso. E Innocenzi inaugura il 2022 con la vittoria record alla Giostra all’Anello di Monterubbiano. Ex quintanari avversari anche al Palio delle Contrade di San Secondo Parmense. E ad Arezzo scocca l’ora della prima edizione della Giostra del Saracino
...

I sei cavalieri che saranno avversari nella Quintana di Ascoli e, prima ancora, in quella di Foligno. Dall’alto, in senso orario: Luca Innocenzi (P.Solestà), Mattia Zannori (P.Maggiore), Nicholas Lionetti (Piazzarola), Pierluigi Chicchini (S.Emidio), Massimo Gubbini (P.Tufilla), Lorenzo Melosso (P.Romana)

 

di Andrea Ferretti

 

La stagione delle Giostre a cavallo – Quintane e Palii – sta entrando nel vivo e per i cavalieri che presto saranno protagonisti anche della doppia Quintana di Ascoli, è iniziato il periodo clou dell’anno fatto di gare, allenamenti, prove, viaggi e conseguenti sacrifici. Il tutto, comunque, ampiamente ricompensato soprattutto in caso di vittoria.

 

L’investitura di Melosso a Foligno nel 2021, l’anno dell’esordio

SFIDE DOPPIE – Il calendario 2022 lo ha aperto l’8 maggio la “Giostra all’Anello” di Narni dove si è imposto il Terziere Mezule con i suoi tre cavalieri Cristiano Liti, Ernesto Wilmi Santirosi e Tommaso Finestra. In attesa della “Giostra della Sfida” che si corre fra qualche giorno (sabato 18 giugno), la Quintana di Foligno registra intanto la migliore performance, nelle prove ufficiali, di Lorenzo Melosso, 21enne ascolano del Sestiere di Porta Romana che lì difende i colori del Rione Badia. In sella a Look Amazing percorso netto e tempo 53”61. E’ andato più veloce (53”42) Massimo Gubbini, vincitore a suon di record dell’ultima Quintana di Ascoli con Porta Tufilla, che nella sua Foligno corre per il Rione Giotti, ma con un errore al terzo anello.

 

I SOLITI NOTI – Come spesso accaduto in passato, soprattutto negli ultimi anni, a Foligno gareggiano diversi cavalieri che si sfidano anche al Campo dei Giochi di Ascoli. Quest’anno ci sono addirittura tutti e sei. Oltre a Melosso e Gubbini, rispondono presente anche il plurivincitore (sia ad Ascoli che a Foligno) Luca Innocenzi (P.Solestà) del Rione Cassero che resta l’avversario da battere, Pierluigi Chicchini (S.Emidio) del Rione Spada, Mattia Zannori (P.Maggiore) del Rione La Mora, Nicholas Lionetti (Piazzarola) del Rione Pugilli. Gli altri quattro sono Tommaso Finestra (Ammanniti), Daniele Scarponi (Contrastanga), Alessandro Candelori (Morlupo) e la vecchia conoscenza della Quintana ascolana (14 Giostre con Tufilla tra il 1997 e il 2007) Lorenzo Paci di Croce Bianca. Scontato che sugli spalti ci sia una massiccia presenza di spettatori, pardon quintanari, provenienti da Ascoli.

 

L’ascolano Matteo Peroni ha corso a  Monterubbiano

IL SOLITO INNOCENZI – Curioso, ma anche indice di grande professionalità, come Innocenzi abbia partecipato alle prove tornando di corsa a Foligno dopo aver vinto nel pomeriggio la “Giostra all’Anello” di Monterubbiano (Fermo) dove ha portato al successo la Corporazione dei Bifolchi. Giusto per tenersi in allenamento, Innocenzi ha inaugurato il 2022 con un altro record: 2.278 punti con i quali ha nettamente staccato gli altri tre contendenti: Nicholas Lionetti (Mulattieri) 1.940 punti – come Innocenzi, anche lui ha fatto gli straordinari – Mario Cavallari (Artisti) 1.238 e Matteo Peroni (Zappaterra) 1.026. Quest’ultimo, ascolano, nel 2021 è stato il secondo di Chicchini a Sant’Emidio dopo esserlo stato di Gubbini nel 2019 a Tufilla.

 

Adalberto Rauco

SAN SECONDO PARMENSE – Contemporaneamente alla Giostra di Monterubbiano, si è corsa anche quella di San Secondo Parmense (Parma) dove a vincere il “Palio delle Contrade” è stato l’aretino Adalberto Rauco (Contrada Prevostura) che per un punto l’ha strappato a Gioele Bartolucci (Trinità) di Faenza, una Quintana ad Ascoli con la Piazzarola nel 2012. Rauco è seguito anche da alcuni Sestieri di Ascoli, ma ancora non si è materializzato nulla. In gara altri due cavalieri che hanno partecipato alla Quintana: Willer Giacomoni (4 con Solestà, vincendo un Palio, 2 con S.Emidio) e Enrico Giusti (5 con Solestà, 3 con S.Emidio). A completare il roster Alberto Liverani di Faenza e Filippo Fardelli di Arezzo. Due veterani delle Giostre: Giacomoni ha 48 anni, Giusti 46.

 

AREZZO – Sabato 18 giugno non si corre però solo a Foligno, perché c’è anche la prima edizione della Giostra del Saracino di Arezzo dove si sfideranno Gianmaria Scortecci e Elia Cicerchia (Porta Santo Spirito), Davide Parsi e Francesco Rossi (Porta del Foro), Lorenzo Vanneschi e Adalberto Rauco (Porta Crucifera), Tommaso Marmorini e Saverio Montini (Porta Sant’Andrea). Poi, tempo una settimana, ed ecco che giugno si concluderà domenica 26 con il Palio del Niballo di Faenza.

 

Innocenzi (terzo da destra) ha vinto 4 volte il premio come “miglior cavaliere d’Italia”. Eccolo nel 2021 premiato dall’ideatore del Premio Roberto Parnetti (secondo da destra)




© RIPRODUZIONE RISERVATA


Torna alla home page


Per poter lasciare o votare un commento devi essere registrato.
Effettua l'accesso oppure registrati




X