Quantcast
facebook rss

Ascoli-Frosinone 0-1: il rosso a Collocolo cambia la partita, arbitro nel mirino, una sconfitta che sa di beffa

SERIE B - Primo tempo privo di emozioni, poi ad inizio ripresa l'espulsione del centrocampista reo di aver detto qualche parola di troppo a Marinelli. I bianconeri in inferiorità numerica resistono fino al gol di Insigne. La reazione è rabbiosa, e nell'extratime finale arrivano il sinistro di Ciciretti che sfiora il palo e la traversa colpita da Simic. La squadra di Grosso consolida la sua leadership, ma il pareggio sarebbe stato il risultato più giusto
...

Dionisi e Mendes braccati dai difensori del Frosinone (foto Ascoli Calcio)

 

di Andrea Ferretti

 

Dopo il fischio finale in campo è Far West, logico epilogo di un secondo tempo che l’Ascoli ha giocato in dieci per l’espulsione di Collocolo. Cosa avrà detto all’arbitro? Prologo del Far West è quello che accade dopo il gol del Frosinone, con Pulcinelli e altri dirigenti bianconeri che lasciano la tribuna e scendono in campo tentando di guadagnare il terreno di gioco per raggiungere l’arbitro Marinelli: fermati, per fortuna. Il direttore di gara da quel momento ha perso la bussola. E’ una vittoria preziosa per la squadra di Grosso, che a parità numerica probabilmente sarebbe tornata a casa con un solo punto, ovvero il risultato più giusto.

 

IL PRIMO TEMPO – Nel primo tempo le squadre si studiano, più guardingo l’atteggiamento della capolista con l’Ascoli che cerca il varco buono spinto da ottomila tifosi. La gara è equilibrata. Il Frosinone commette qualche errore di troppo in difesa, ma i bianconeri non sono bravi ad approfittarne. Gara molto spigolosa con pressing e raddoppi, perfino asfissianti, su entrambi i fronti. A dare la sveglia ci pensa Dionisi, il grande ex, che al 38’ fa tutto da solo, il suo diagonale è fuori di poco. La risposta è del Frosinone è affidata a Rhoden con una conclusione che al 43′ viene respinta da Guarna.

 

IL SECONDO TEMPO – La partita cambia perché dopo meno di tre minuti l’arbitro mostra il rosso a Collocolo che evidentemente gli dice qualcosa di troppo dopo una punizione assegnata al Frosinone. Bucchi non può rinunciare all’attacco e passa al 4-3-2. Il Frosinone prende coraggio e guadagna metri. Il pubblico si scalda e la gara, inevitabilmente, si innervosisce, anche troppo. Al 15’ Bucchi sceglie si affida alla velocità di Lungoyi che rileva Mendes. Grosso ne cambia addirittura quattro in un colpo solo: Bocic, Insigne, Borrelli e Lulic al posto di Garritano, Rhoden, Moro e Boloca. Al 22’ spazio a Gondo per Dionisi. Al 24’ Mulattieri si trova a tu per tu con Guarna ma non centra la porta. Il gol è rinviato di un minuto: un paio di scivolate dei difensori e un’azione forse viziata da un fallo regalano a Insigne la palla che buca Guarna. A quel punto succede di tutto con i dirigenti dell’Ascoli che scendono dalla tribuna e tentano di entrare in campo. Il caos è totale. L’arbitro estrae due cartellini a caso: giallo a Simic e rosso a Bucchi. Non si gioca più e Marinelli va in netta confusione. L’Ascoli non getta la spugna. Anzi. E’ bianconero il disperato assalto finale e nei sette minuti di extratime arrivano addirittura il sinistro, fuori di poco, di Ciciretti e poi la traversa di Simic. Al fischio finale in campo scene da Far West.

 

ASCOLI (3-5-2): Guarna; Simic, Botteghin, Quaranta (32’st Adjapong); Falzerano (32’st Ciciretti), Collocolo, Eramo, Caligara, Falasco; Dionisi (22’st Gondo), Mendes (15’st Lungoyi). A disposizione: Baumann, Bolletta, Bellusci, Tavcar, Giordano, Salvi, Giovane, Buchel. Allenatore: Bucchi

 

FROSINONE (4-3-1-2): Turati; Sampirisi, Lucioni, Ravanelli, Frabotta; Rohden (15’st Borrelli), Mazzitelli, Boloca (15’st Bocic); Garritano (15’st Lulic); Moro (15’st Insigne), Mulattieri. A disposizione: Loria, Marciano, Monterisi, Szyminski, Kalaj, Cotali, Oliveri, Traore. Allenatore: Grosso

 

Arbitro: Marinelli di Tivoli (assistenti Bresmes di Bergamo e Prenna di Molfetta, quarto ufficiale Andreano di Prato, Var Abbattista di Molfetta, Avar Imperiale di Genova)

 

Rete: 25’st Insigne

 

Note: spettatori 8.306, incasso 85.997 euro (paganti 4.394 compresi 431 ospiti, euro 54.832; abbonati 3.912, euro 31.165). Espulsi: 3’st Collocolo (A) per proteste, 27’st allenatore Bucchi (A). Ammoniti: Moro (F), Boloca (F), Mulattieri (F), Frabotta (F) per gioco falloso, Simic (A) per proteste, Insigne (F) e Falasco (A) per reciproche scorrettezze. Angoli 2-1 per il Frosinone. Recupero 0’+7′




© RIPRODUZIONE RISERVATA


Torna alla home page


Per poter lasciare o votare un commento devi essere registrato.
Effettua l'accesso oppure registrati




X