Quantcast
facebook rss

La Samb vince (1-2) a Fano: a segno Proia e Vita, un successo di grande carattere

SERIE D - I rossoblù dopo il vantaggio granata di Dolè si sono riorganizzati e hanno prima pareggiato con Proia e poi realizzato nei minuti di recupero il gol che vale i tre punti con Vita. Ora il futuro, con il ritorno di Alfonsi in panchina, sembra essere più roseo
...

 

 

di Benedetto Marinangeli

 

Era stato chiaro mister Alfonsi alla vigilia della trasferta di Fano. “Bisogna dare continuità alla vittoria sul Termoli”. E così’ è stato. La Samb sbanca il “Mancini” per 2-1 grazie alle reti di Proia che aveva pareggiato il vantaggio granata messo a segno da Dolè e di Vita in piena zona recupero. Un successo che rilancia le quotazioni dei rossoblù che sembrano avere trovato la giusta quadratura di gioco. E finalmente si inizia a vedere una bella luce in fondo al tunnel della crisi.

 

Proia (foto Sambenedettese Calcio)

Alfonsi conferma il 4-3-1-2 che domenica scorsa ha dato buoni frutti contro il Termoli con l’unica novità del giovane olandese Bothi, all’esordio dal primo minuto, al posto di Viscardi sull’out sinistro difensivo. Davanti a Guerrieri operano, oltre al terzino orange, i centrali Agostinone e Conson con Mauthe a destra. A centrocampo ecco Feliz Rabacal , Proia e Angiulli con Marras a ridosso del tandem offensivo Vita-Cardella.

 

Mosconi risponde con il suo 3-5-2. Linea difensiva con Bonacchi, Schiaroli e Mancini. In mediana Serges preferito ad Allegrucci, Zanni, Nappo, Capezzani e Severini co Broso e Dolè in avanti. Il tecnico granata deve fare a meno degli infortunati Padovani e Pensalfini.Il match inizia subito su ritmi intensi con le due squadre che la buttano sul piano fisico ma con poche e vere occasioni da rete da una parte e dall’altra.

 

L’equilibrio in campo, però, si rompe alla mezzora. Drolè viene lanciato in area, sfugge alla marcatura di Conson e dopo avere superato Guerrieri con un colpo di testa deposita la palla in fondo al sacco. La Samb accusa il colpo e rischia di incassare anche il secondo gol al 33’ con un colpo di testa di Schiaroli ben respinto da Guerrieri dopo un’azione iniziata da calcio d’angolo.

 

Passato lo spavento la Samb si riorganizza e quattro minuti dopo raggiunge il pareggio. Marras spedisce il pallone in area, Conson cerca la conclusione che però diventa un assist per Proia che da pochi passi trafiggi Bizzini. Per il centrocampista rossoblù è il secondo centro consecutivo in campionato dopo quello messo a segno con il Termoli.

 

E si va così all’intervallo sull’ 1-1. L’inizio ripresa rispecchia il canovaccio della prima frazione di gioco con le due squadre che si danno battaglia in campo ma senza creare particolari problemi ai portieri. All’ 11′ Capezzani prova la conclusione ma il pallone è intercettato da Federico Angiulli con Guerrieri che blocca senza problemi. Due minuti un’incomprensione tra Mauthe e Guerrieri poteva portare al raddoppio dei granata ma è bravo Conson a sventare la minaccia.

 

Al 25’ Mauthe si riscatta chiudendo un affondo di Drolè con una grandissima chiusura. Un minuto dopo è la Samb ad avere la chance per il raddoppio con Vita che lanciato in profondità da Proia si presenta a tu per tu con Bizzini ma viene fermato da una scivolata in extremis di Bonacchi. Al 34’ st una conclusione di Felixz Rabacal viene contrata in angolo.

 

Al 39’ è Nappo di testa a sfiorare la porta difesa da Guerrieri e nel capovolgimento di fronte l’affondo di Vita avrebbe meritato miglior esito. Nessun rossoblù è pronto sul secondo palo sull’assist dell’attaccante. Al 43’ viene espulso per doppio giallo il granata Nappo per un fallo su Acunzo.

 

Ed allo scadere ecco il gol vittoria della Samb. Minuto 47’, Viscardi scatta sulla sinistra e serve in area Cardella. Il numero sette rossoblù, cadendo a terra riesce a servire Vita che di destro batte Bizzini. E dopo due minuti l’arbitro fischia il termine delle ostilità con i calciatori rossoblù che vannoi a festeggiare nel settore del Mancini dove sono assiepati gli oltre trecento supporters provenienti da San Benedetto.

 

Mister Alfonsi (foto Sambenedettese Calcio)

FANO (3-5-2): Bizzini 5,5; Bonacchi 6, Schiatoli 5,5, Mancini 6 (41’st Mistura sv); Serges 5,5 (18’st Allegrucci 5,5), Zanni 6, Nappo 5, Capezzani 6 (18’st Niang 6), Severini 6; Broso 5,5 (29’st Ceccon sv), Dolè 7 (29’ st Brunetti sv). A disposizione: Tommasino, Tomassini, Zingaretti, Malshi. Allenatore: Mosconi 6

 

SAMB (4-3-1-2): Guerrieri 6; Mauthe 6, Agostinone 6, Conson 6,5, Bothi 6 (30’ st Viscardi 6,5); Feliz Rabacal 6, Proia 7 (40’ st Acunzo sv), Angiulli 6; Marras 6 (30’ st Umile sv); Cardella 6,5, Vita 7. A disposizione: Corci, Murati, Zaffagnini, Emili, Luccarini, Tassi. Allenatore: Alfonsi 6,5

 

Arbitro: Silvia Gasperotti di Rovereto 6 (assistenti Passeri e Neroni)

 

Reti: 30’ pt Dolè (F), 37’ pt Proia (S), 47’st Vita (S)

 

Note: spettatori 1.200 circa di cui 300 provenienti da San Benedetto. Espulso 43’ st Nappo (F) per doppia ammonizione. Ammoniti: Zanni (F), Nappo (F) e Angiulli (S). Angoli 4-2 per il Fano. Recupero 1’+3′




© RIPRODUZIONE RISERVATA


Torna alla home page


Per poter lasciare o votare un commento devi essere registrato.
Effettua l'accesso oppure registrati




X