Quantcast
facebook rss

Samb, tunnel della crisi sempre più lungo: la cura Prosperi non fa effetto, di male in peggio

SERIE D - Cinque punti in altrettante partite il bilancio del tecnico pescarese. Oltre i risultati preoccupa l'involuzione tecnica e caratteriale di una squadra incapace di reagire alle avversità. Contro la Vastese si giocherà sul neutro di Agnone
...

 

 

L’allenatore Prosperi

di Benedetto Marinangeli

 

Peggio di così la Samb non può fare. Cinque partite in casa e solo due pareggi. Due lunghezze di vantaggio sulla zona play out e nove da recuperare al primo posto occupato dal Pineto. La cura Prosperi stenta a dare effetti. In cinque partite la sua Samb ha collezionato solo cinque punti e se la classifica è sempre più deficitaria ciò che preoccupa maggiormente è la costante involuzione tecnica della squadra. I rossoblù non costruiscono gioco, non impongono la manovra agli avversari, esprimendo solo uno sterile possesso palla. E’ stato così anche contro la Roma City fanalino di coda del girone.

 

Insomma nulla è cambiato rispetto al passato. Prosperi si è fissato con il suo credo tattico ed ancora dopo un mese di lavoro con la squadra non si è accorto di non avere gli uomini giusti per adottare il 3-4-3. Le ha provate tutte ma senza alcun esito. Ma c’è un altro segnale estremamente negativo da considerare. E cioè la mancanza del carattere giusto per giocare in una piazza come quella di San Benedetto, senza dimenticare le difficoltà incontrate dagli under che rispetto a quelli delle altre formazioni di D, in campo, sembrano essere dei pesci fuor d’acqua.

 

Ed in tal senso sul banco degli imputati salgono il presidente Renzi e il diesse Cozzella che hanno costruito questa squadra. Entrambi contestati con striscioni e cori. E’ ormai rottura totale tra la dirigenza e la tifoseria e questa cosa va a penalizzare anche i calciatori che in quest’ambiente elettrico dimostrano di non possedere gli attributi giusti per vestire la maglia rossoblù. Senza dimenticare poi, le immancabili voci di crisi societaria dal punto di vista economico.

 

Insomma la Samb è una polveriera a rischio di implodere da un momento altro. Anche il silenzio stampa imposto ieri a tutti i tesserati va ad incrementare la tensione che è palpabile in casa rossoblù. E domenica ecco la gara con la Vastese. Un match importante anche e soprattutto per quanto riguarda la zona retrocessione con gli abruzzesi che sono solo a due lunghezze da Lulli e compagni.

 

Il match con gli aragonesi non si disputerà né a Vasto e neppure ad Ortona dove il sindaco non ha rilasciato l’agibilità dell’impianto comunale. Vastese-Samb in programma domenica 13 novembre (ore 14,30) e valevole per l’undicesima giornata del girone F di Serie D si giocherà al Civitelle di Agnone. Questa la comunicazione che arriva dal club aragonese. Dovrebbero essere messi a disposizione 200 biglietti per la tifoseria rossoblù, in vendita al prezzo di 10 euro da mercoledì pomeriggio.

 

La Samb intanto tornerà ad allenarsi domani pomeriggio, dopo aver beneficiato di un giorno di riposo. Nessuna decisione punitiva, dunque, presa dalla società: né ritiro né altro. E sembrano non esserci nuovi infortunati. Restano quindi da valutare i soliti: Berti, Zaffagnini e Chinellato.




© RIPRODUZIONE RISERVATA


Torna alla home page


Per poter lasciare o votare un commento devi essere registrato.
Effettua l'accesso oppure registrati




X