Quantcast
facebook rss

Ascoli, la carica di Pulcinelli: «Con questo clima faremo bene, voglio rinnovare il contratto di Bucchi»

SERIE B - Grande soddisfazione in vista del Cosenza: Caligara e Giovane convocati da Mancini per uno stage a Coverciano. Le parole dei vertici societari dopo il brindisi di Natale svoltosi ieri. Il ds Valentini: «Dobbiamo concludere questo 2022 nel miglior modo possibile». Il presidente Neri: «Dobbiamo onorare la memoria di Costantino Rozzi».
...

di Salvatore Mastropietro

 

Si avvicina sempre di più il ritorno in campo in casa Ascoli. Domenica alle ore 14 i bianconeri saranno di scena al “San Vito-Marulla” di Cosenza per una sfida in cui l’obiettivo, da una parte e dall’altrà, sarà soltanto uno: il ritorno al successo. Mister Bucchi ed il suo staff stanno insistendo molto sugli aspetti tattici, su cui si continuerà a lavorare domani prima della partenza (con un giorno d’anticipo) per la Calabria tramite un aereo da Roma Fiumicino.

 

Caligara in azione contro il Genoa (foto Ascoli Calcio)

All’interno del gruppo è arrivata oggi una notizia che dà molta soddisfazione a tutto l’ambiente. Fabrizio Caligara e Samuel Giovane sono stati convocati dal Commissario Tecnico Roberto Mancini per lo stage, dedicato ai calciatori di interesse nazionale, in programma dal 20 al 21 dicembre 2022 presso il Centro Tecnico Federale di Coverciano. «Un prestigioso riconoscimento per i due calciatori – ha scritto la società bianconera nel dare la notizia – e un attestato di valore per il lavoro svolto dallo staff tecnico e dalla Società che hanno creduto e credono nelle potenzialità di entrambi i calciatori. A Fabrizio e Samuel i complimenti della Società tutta e l’augurio di poter calcare in futuro palcoscenici sempre più importanti».

 

In vista di Cosenza il clima resta positivo anche grazie al brindisi di Natale svoltosi ieri alla presenza di dirigenti, staff, squadra e collaboratori. A margine dell’evento tutti i vertici societari hanno rilasciato dichiarazioni in vista della parte finale dell’anno, dal direttore sportivo Marco Valentini al patron Massimo Pulcinelli.

 

Pulcinelli e Valentini (foto Ascoli Calcio)

VALENTINI (direttore sportivo) – «Manca concludere nel miglior modo possibile questa parte finale dell’anno, affronteremo due avversari molto complicati. Il momento meno positivo di questo 2022? È senz’altro il playoff contro il Benevento, che ha lasciato delle ferite al nostro interno, da cui bisogna trarre il lato positivo come dice il nostro patron. L’evento positivo, invece, può essere la partita di Parma, dove al nostro seguito c’era tanto pubblico e dove abbiamo giocato una delle migliori partite della scorsa stagione. Per il prossimo anno mi auguro che i nostri tifosi continuino a seguirci e dobbiamo essere anche noi a trainarli per portare più gente possibile in casa e trasferta. Calciomercato? Prima pensiamo a queste due partite, poi ci focalizzeremo sul mercato».

Massimo Pulcinelli (foto Ascoli Calcio)

PULCINELLI – «Al nostro interno c’è veramente un clima di famiglia, spero che torneremo presto una famiglia vincente perché è quello che interessa a tutti quanti noi. Continuando con questo clima e con questi valori ci sono tutti gli ingredienti per fare bene. Io vorrei vincerle tutte, poi sappiamo che nel calcio non è così. Vedendo le prestazioni contro Pisa e Genoa ho visto una squadra gagliarda, mi auguro che presto avremo un pizzico di fortuna in più, sono convinto che arriveranno grandi risultati. Mi aspettavo una Serie B così difficile, sarà un campionato fatto da tanti pareggi e si abbasseranno le quote promozione e playoff. Io credo che la squadra farà bene, poi se arriveremo ai playoff o meno lo staremo a vedere, io comunque resto positivo. Momento negativo del 2022? È la mia invasione di campo contro il Frosinone, dove mi sono sentito derubato, ma poi a sangue freddo mi sono pentito del gesto, non sto venendo al Del Duca per questo motivo, intanto andrò a Cosenza con la squadra. L’episodio più bello? Vincendo al Barbera di Palermo e al San Nicola di Bari ho provato sensazioni bellissime, poi c’è il ricordo del girone di ritorno della scorsa stagione che è ancora vivo. Mi auguro che il “Del Duca” sia sempre più pieno, fuori casa abbiamo sempre tanto seguito, mentre in casa vorrei avere qualche presenza in più, anche se questo dipende da tanti fattori anche personali. Mi auguro due vittorie nelle prossime partite e poi di ripetere un girone di ritorno come l’anno scorso. Bucchi e Valentini? Il diesse sta operando in modo fantastico, abbiamo le idee chiare sul mercato anche se non abbiamo molte esigenze. La mia volontà è di sottoscrivere un nuovo contratto con mister Bucchi velocemente e di averlo tantissimo tempo qui con noi».

Domenico Verdone, direttore generale dell’Ascoli Calcio

VERDONE (direttore generale) – «Ci auguriamo un buon Natale tutti insieme. Siamo una grande famiglia, ai nostri tifosi auguriamo felicità e tanta salute».

LEO (amministratore delegato) – «È molto bello avere insieme la parte societaria e la squadra. Visto da fuori il nostro è un gran bel gruppo, siamo contenti di questa fiducia che c’è all’interno del nostro ambiente. Posso dire che la strada è quella giusta, la strada è giusta e siamo felici a livello di società. Per il 2023 mi auguro un anno pieno di soddisfazioni, veniamo da qualche partita sfortunata ma ci rifaremo con gli interessi».

NERI (presidente) – «Ai tifosi e alle loro famiglie va l’augurio di un Natale sereno. Come Ascoli Calcio l’augurio è di continuare così, soprattutto a livello di passione. Domenica giocheremo il giorno prima dell’anniversario dalla scomparsa di Costantino Rozzi, una figura che ha fatto e farà la storia di questo club, dobbiamo cercare di onorare la sua memoria, che ci dà linfa per continuare nel percorso che ci ha insegnato».

 




© RIPRODUZIONE RISERVATA


Torna alla home page


Per poter lasciare o votare un commento devi essere registrato.
Effettua l'accesso oppure registrati




X