Quantcast
facebook rss

Ascoli, Forte subito carico: «Sento di essere nel posto giusto, questo è il momento più importante della mia carriera»

SERIE B - Il patron Pulcinelli in visita al “Picchio Village” in vista del match contro il Palermo. Il nuovo attaccante bianconero si è presentato: «Il club mi ha voluto fortemente, sento le stesse sensazioni che ho provato quando mi ha preso il Venezia. Sono carico per ridare indietro tutto quello che sto già ricevendo. Sabato dobbiamo sfruttare subito l’effetto “Del Duca”»
...

 

di Salvatore Mastropietro

 

E’ servito un colpo di calciomercato all’Ascoli per riaccendere l’entusiasmo dell’ambiente, che sembrava essere ad un passo dalla contestazione dopo la sconfitta di Terni di dieci giorni fa. Il rinnovo di capitan Dionisi e la riconferma di Buchel avevano già riportato un po’ di ottimismo, ma è stato poi soprattutto l’acquisto di Francesco Forte dal Benevento – operazione più onerosa dell’era Pulcinelli – a scaldare i cuori dei tifosi bianconeri.

 

Il patron Pulcinelli a pranzo con la squadra (foto Ascoli Calcio)

Il patron, presente oggi al “Picchio Village”, ha approfittato della visita per conoscere i due nuovi arrivati, Proia e Forte per l’appunto. Ai due ha consegnato il kit di benvenuto con la maglia del 124° anniversario, il pallone in cuoio con l’incisione del logo del Club e una guida della città di Ascoli. In mattinata Pulcinelli ha assistito alla seduta di allenamento, che ha visto il gruppo svolgere un circuito di forza in palestra, un lavoro tattico per reparti e una serie di partite a pressione.

 

Francesco Forte al “Picchio Village” (foto Ascoli Calcio)

Dopo le prime dichiarazioni di Proia arrivate nella giornata di ieri, quest’oggi è stato Francesco Forte a rilasciare un’intervista ai microfoni della “Web Tv” dell’Ascoli. «Non nascondo che con il mio procuratore stavo trattando con altri club, poi domenica sera ho ricevuto una chiamata che mi ha messo al corrente della possibilità Ascoli. Avevo già avuto una chiacchierata interlocutoria con mister Bucchi la scorsa settimana, poi appena ho saputo che l’operazione si poteva fare non ci ho pensato due volte. Il patron, il direttore e l’allenatore mi hanno voluto fortemente, poi conosco bene la piazza e mi sono sentito subito importante e apprezzato. Sento le stesse sensazioni che ho provato prima di andare al Venezia».

 

«Mi hanno convinto – ha continuato il bomber proveniente dal Benevento – il progetto e la piazza, l’Ascoli mi ha voluto fortemente e mi ha portato qua nel giro di un giorno. Quando le cose nascono così ti viene naturale dare il 110% per ripagare tutta questa fiducia. Il numero 11? Per mia fortuna era libero, fa parte delle sensazioni positive, ma ora voglio solo lavorare e allenarmi senza creare aspettative visto che le aspettative le crea già la prima carriera. Pulcinelli lo conoscevo da avversario, già negli anni passati aveva avuto interesse nel portarmi qui, si tratta di una persona che trasmette energia positiva e ambizione. Adesso sta a noi trasmettere in campo quello che ci siamo detti».

 

Forte (foto Ascoli Calcio)

Sulle aspettative da parte dell’ambiente bianconero: «La fiducia ce l’ho già in me stesso, sento la responsabilità di quello che avverto nell’aria. Quando mi sveglio la mattina riesco ad avere voglia e carica per dare indietro quello che sto ricevendo. Sento di essere nel posto giusto per cercare di essere ciò che sono sempre stato è per costruire qualcosa di importante. Tutte le persone che ho sentito mi hanno parlato bene di questa piazza. Nel gruppo conoscevo tutti da avversari, conoscevo direttamente Buchel, Ciciretti e Dionisi».

 

Sulla possibilità di giocare subito da titolare contro il Palermo: «Sono prontissimo, per me questa è un’opportunità importante a 29 anni. Sono nel momento più importante della mia carriera, cercavo stimoli nuovi e meglio di questo non mi poteva preparare. Sabato ci aspetta una squadra difficile da affrontare con un mister che ha sempre fatto bene, stanno facendo un mercato importante, ma noi siamo l’Ascoli e dobbiamo sfruttare il fatto di giocare in casa. Quando sono venuto al “Del Duca” da avversario è stata sempre sosta, ci faremo trovare pronti dal punto di vista mentale. Le sensazioni sono giuste anche per quanto riguarda i compagni che ho trovato qui. Gli esordi personalmente non sono mai andati bene, sono sempre stato un “diesel”, ma al di là degli scherzi adesso sono concentrato perché so quanto sia importante vincere e creare entusiasmo fin da subito».

 

Domani, giovedì, alle ore 18 Francesco Forte sarà allo store di Via Cairoli per incontrare i tifosi: «Ho visto la città, mi ero già informato e mi avevano già tutti parlato benissimo di Ascoli. Sono contento di incontrare i tifosi già domani, ma spero di ritrovare tutti allo stadio sabato».




© RIPRODUZIONE RISERVATA


Torna alla home page


Per poter lasciare o votare un commento devi essere registrato.
Effettua l'accesso oppure registrati




X