facebook rss

«Assessori e consiglieri,
non ci sono contagiati»
Il sindaco di Ascoli, Fioravanti
scrive una preghiera per Sant’Emidio

EMERGENZA CORONAVIRUS - Il primo cittadino rassicura sulla salute dei suoi collaboratori e insiste nel giro di vite (verranno utilizzate anche le videocamere) per stanare chi non rispetta gli obblighi previsti dal decreto "Io resto a casa". Controllate 141 persone, 452 esercizi e oltre 100 aree verdi

Il vescovo Giovanni D’Ercole, il sindaco Marco Fioravanti, il presidente del Consiglio degli Anziani della Quintana Massimo Massetti pronti per la supplica in Duomo

di Franco De Marco

«Né tra gli assessori né tra i consiglieri comunali ci sono casi postivi al coronavirus. Tutti però, come me, hanno scelto volontariamente di rimanere in casa e di lavorare da qui». Lo ha affermato questa sera, durante la consueta informativa sul Coronavirus, il sindaco di Ascoli Marco Fioravanti. Ed ha smentito le voci, fatte circolare sui social, di un contagio del vice sindaco Gianni Silvestri il quale già ieri aveva rassicurato tutti sulle sue condizioni di salute. Il primo cittadino ha anche ricordato però che «ci sono stati casi positivi all’interno del Comune» intendendo quindi qualche altro dipendente, comunque in buone condizioni, oltre al dirigente ricoverano in Rianimazione a San Benedetto. Ha confermato i 12 positivi ad Ascoli e i 27 nel Piceno con 3 ricoverati.

La Cattedrale di Ascoli

Domani venerdì 20 marzo sarà il giorno della supplica a Sant’Emidio e al venerabile vescovo ascolano Francesco Antonio Marcucci. Alle 12 il sindaco, insieme al vescovo Giovanni D’Ercole e al presidente del Consiglio degli Anziani della Quintana, Massimo Massetti, si recherà nella cripta del Duomo per chiedere la protezione dal Coronavirus al patrono di Ascoli che è anche protettore dal terremoto. «Di mio pugno ho scritto una preghiera» ha rivelato il primo cittadino nel suo quotidiano dialogo con il popolo dei social. «Come ai tempi delle pestilenze chiederemo l’aiuto di Sant’Emidio e del Venerabile Marcucci». Tutti potranno seguire la cerimonia in diretta Facebook. Non si può assolutamente partecipare direttamente.

Ascoli: via del Trivio

Per l’ennesima volta il sindaco ha chiesto a tutti di non uscire da casa se non per i casi consentiti. Ed ha dato alcuni dati eloquenti: sono state controllate 141 persone, 452 esercizi e più di 100 aree verdi. «Non riusciamo sempre ad intervenire rapidamente a seguito delle segnalazioni ma facciamo il possibile. Per controllare chi esce senza motivo e crea assembramenti utilizzeremo anche le videocamere». Linea dura. Anche nei confronti di coloro che si recano magari più volte al giorno a fare acquisti nel supermercato. «Le cassiere possono fare le segnalazioni alle forze dell’ordine». A proposito della spesa ha raccomandato a tutti di munirsi di protezione con mascherina e guanti.

Marco Fioravanti (Foto Vagnoni)

Il sindaco ha quindi confermato l’ordinanza per vietare l’ingresso nelle scuole di dirigenti e personale Ata, l’apertura delle Ztl per consentire consegne e visite agli ammalati, l’inizio questa notte della disinfezione delle strade iniziando da Monticelli e via via in tutta la città, il divieto sancito oggi dalla Regione di andare in bici o a piedi senza valido motivo non solo nei parchi e la sospensione delle misure di condizionalità per il Reddito di cittadinanza. Infine oggi ha fatto gli auguri particolari a Giuseppina Mariani (nonna Pina) che ha compiuto 100 anni: un centenario al giorno scaccia il Coronavirus. In mattinata ha fatto gli auguri di buon compleanno (83 anni) a Carlo Mazzone il quale, attraverso di lui, ha voluto rivolgere l’invito a tutti gli ascolani a non uscire di casa e rispettare le ordinanze.



Articoli correlati


© RIPRODUZIONE RISERVATA


Torna alla home page


Per poter lasciare o votare un commento devi essere registrato.
Effettua l'accesso oppure registrati




X