facebook rss

Samb, il tempo del bluff è finito:
Serafino non deposita
i 25.000 euro,
la strada del fallimento è segnata

SERIE C - L'ultimatum delle ore 14 non è stato rispettato. Nessuna traccia del libretto di deposito vincolato per pagare i commissari giudiziali Zazzetta e Pulcini. Il presidente ha ancora qualche ora di tempo, ma l'ipotesi è di difficile attuazione. E intanto domani, domenica, al "Riviera" i rossoblù affrontano la Feralpi Salò nell'ultima gara interna della regular season

 

di Benedetto Marinangeli

Il tempo dei bluff è finito. Riprendendo una storica frase più volte pronunciata in tv dal grande Enzo Tortora ai tempi di “Portobello”…. “il big ben ha detto stop”. Dal Tribunale di Ascoli confermano infatti che oggi sabato 24 aprile, alle ore 14, Domenico Serafino non ha depositato il libretto di deposito vincolato di 25.000 euro richiesto dai magistrati nel decreto dello scorso 16 aprile che sarebbe servito per il pagamento dei commissari giudiziali come primo step per dare inizio all’iter del concordato richiesto dal presidente della Samb.

Né in Cancelleria e neppure nelle mani dei commissari giudiziali Franco Zazzetta e Massimiliano Pulcini è arrivata questo documento. Serafino, comunque, per legge, ha tempo fino alle ore 23,59 di oggi, sabato 24, per fare arrivare in Tribunale in via telematica il certificato che attesta la costituzione del libretto. Situazione di difficile attuazione anche perché si tratta di un’operazione che ha bisogno dei dovuti tempi tecnici e non è esperibile in poche ore.

Insomma la strada per il fallimento della Samb è segnata. Lunedì prossimo i commissari giudiziali presenteranno in Tribunale la loro relazione e poi il giudice nelle 48 ore successive convocheranno Serafino o, nel caso in cui fosse impossibilitato, i suoi difensori che potranno presentare le loro controdeduzioni. Ed infine nelle 24 ore successive il Collegio giudicante prenderà la sua decisione.

E quindi senza incredibili colpi di scena dell’ ultim’ora la Samb, la prossima settimana, sarà dichiarata fallita. E conseguentemente potrà partire l’iter per il fallimento tecnico che ha come obiettivo quello di salvaguardare il titolo sportivo e la categoria conquistata sul campo. Il tutto dopo apposite verifiche dei curatori fallimentari, la quantificazione del debito, la valutazione del titolo sportivo e l’indizione della asta pubblica per la sua assegnazione. Un iter che deve essere svolto in tempi ristretti.

Montero durante un allenamento (foto Sambenedettese Calcio)

LA SQUADRA – Intanto, però, domani domenica 25 aprile la Samb giocherà al “Riviera” contro la Feralpi Salò, l’ultima in casa della regular season. Il match si disputerà regolarmente perché sono state ottemperate tutte le prescrizioni economiche richieste ed effettuati anche i tamponi pre-gara. Montero dovrà fare a meno degli infortunati Maxi Lopez, D’Angelo, Bacio Terracino, Lombardo, Padovan, Enrici e Mehmetaj, ma potrà contare sul rientro di Federico Angiulli. Per completare la lista si attingerà dalla Primavera, come l’attaccante Karim Cardoni e il centrocampista Jacopo Domizi.

Contro la Feralpi Salò sono in palio punti importanti in prospettiva playoff con i rossoblù che vogliono conquistare, nonostante la penalizzazione in arrivo, un posto tra le “dieci sorelle”. La bella vittoria di Verona è di buon auspicio. Il fischio d’inizio è fissato alle ore 20,30.

 

 

 




© RIPRODUZIONE RISERVATA


Torna alla home page


Per poter lasciare o votare un commento devi essere registrato.
Effettua l'accesso oppure registrati




X