facebook rss

Caos Samb, i dipendenti
dopo la chiusura del “Riviera”:
«Lavorato per mesi senza stipendio»

SERIE C - Si giocherà regolarmente il match con la Feralpisalò in programma domenica alle 20,30. Il sindaco Piunti: «Siamo in attesa di una proposta in base alla quale possano poi svolgere insieme ai commissari giudiziali le rispettive competenze». Il difensore Biondi squalificato per una giornata

di Benedetto Marinangeli

E’ sempre più caos in casa Samb. Questa mattina il Comune si è ripreso il “Riviera delle Palme”. Addetti dell’amministrazione comunale, insieme ai vigili urbani hanno inventariato quanto contenuto negli uffici e posto nuovi lucchetti all’impianto che comunque sarà a disposizione della formazione di Paolo Montero per l’ultima gara interna della regular season con la Feralpi Salò in programma domenica prossima con fischio d’inizio alle ore 20,30.

Il “Riviera delle Palme”

Intanto, la quindicina di dipendenti del club rivierasco fanno sentire la loro voce con un comunicato stampa.

«Oggi per i dipendenti e i collaboratori della Sambenedettese si chiudono le porte dello stadio “Riviera delle Palme” per le vicende ormai note –si legge nella nota– abbiamo portato avanti il nostro lavoro nonostante tutto senza remunerazione da mesi, ma con senso di responsabilità e professionalità, e continueremo tra altre mille difficoltà per permettere il prosieguo delle attività della prima squadra e del settore giovanile».

«Siamo gli invisibili, quelli che non giocano, ma senza i quali non si sarebbe potuto scendere in campo -è la conclusione-. Siamo quelli che qualunque tipo di soluzione che passerà attraverso un tribunale ci farà perdere soldi, ma non ci sentiremo mai persone fallite. Siamo quelli che nessuno cita, ma siamo quelli che rispondono al telefono o alle mail dei tifosi. E ora saremo quelli dello smart working. Quelli senza sede. Ma sempre con un cuore grande così. E che dicono grazie a tutti quelli che ci hanno sostenuto e aiutato in questi mesi. Forza Samb».

Il sindaco di San Benedetto Pasqualino Piunti

Un appello che è stato recepito dal sindaco Pasqualino Piunti. «Siamo in attesa di una proposta da parte dei dipendenti della società rossoblù in base alla quale possano poi svolgere insieme ai commissari giudiziali le rispettive competenze -dice il primo cittadino ai microfoni di Vera Tv-. Oggi abbiamo ripreso le chiavi dell’impianto con la redazione  dei verbali della presa in carico  e dell’ inventario, alla presenza dei nostri funzionari e di quelli della Samb. Non ci sarà alcun problema per la disputa del match con la Feralpisalò anche perché si tratta dell’ ultima partita in casa».

Sul futuro societario della Samb, questo il pensiero del sindaco. «Siamo in attesa degli sviluppi del Tribunale di Ascoli -spiega-. Come ben sapete venerdì scorso ho parlato con il presidente Cirillo ed il giudice Calagna cui ho rappresentato tutto lo stato della situazione con la speranza che arrivino buone notizie. Allo stesso tempo sto seguendo i lavori del tavolo tecnico formato  da professionisti che stanno studiando la situazione nei minimi particolari, tifosi che stanno avendo un comportamento costruttivo e amministratori anche di minoranza. La città parla un’unica voce e cioè vedere il prossimo anno di nuovo la Samb in serie C. Infine – conclude Piunti – ringrazio i calciatori che in questa situazione di grande incertezza stanno dimostrando un grande attaccamento alla maglia».

SQUADRA – Oggi, martedì 20 aprile, i rossoblù si sono ritrovati per riprendere la preparazione in vista del match casalingo con la Feralpi Salò. Contro la formazione gardiana mister Montero dovrà fare a meno di Biondi squalificato per un turno dal giudice sportivo. Samb-Feralpisalò sarà diretta da Gabriele Scatena di Avezzano (Licari e Pressato gli assistenti, Carella il quarto ufficiale).




© RIPRODUZIONE RISERVATA


Torna alla home page


Per poter lasciare o votare un commento devi essere registrato.
Effettua l'accesso oppure registrati




X