facebook rss

Pfizer non si è fatto attendere:
vaccinate oltre 1.300
persone in Area Vasta 5

EMERGENZA CORONAVIRUS - La fornitura è arrivata come previsto e nessuno è stato rimandato a casa. L'unica misura presa, sia ad Ascoli che a San Benedetto, è stata quella di spostare di un paio d'ore i richiami prenotati tra le ore 8 e le 9

 

Vaccini ad Ascoli e San Benedetto

La fornitura di vaccino Pfizer attesa per oggi, 5 maggio, è arrivata nelle Marche e nell’Area Vasta 5. E, come annunciato dal dottor Isidoro Mazzoni, direttore del Dipartimento farmaceutico, nessun utente prenotato sia ad Ascoli che a San Benedetto è rimasto a mani vuote.

Tra richiami e prime dosi, per le quali sono stati utilizzati tutti i farmaci a disposizione, oggi sono state vaccinate 680 persone ad Ascoli e 660 a San Benedetto, per un totale di 1.340 dosi inoculate.

A rischio erano le seconde dosi, poiché già ieri Pfizer era agli sgoccioli e, conti alla mani, si doveva sperare sull’approvvigionamento per non rinviare gli appuntamenti.

Per evitare però problemi ed eventuali attese, i responsabili della campagna vaccinale hanno spostato l’appuntamento per il richiamo Pfizer programmato tra le ore 8 e le 9.

Si è trattato di circa 100 persone alle quali, raggiunte telefonicamente ieri sera, è stato chiesto di raggiungere i punti vaccinali tra le ore 11 e le 14.

Nessun problema quindi, sul regolare andamento della seduta, sia al palasport di Monticelli, il pvp di Ascoli, che al “Bernardo Speca” di San Benedetto.

m.n.g.

 



Articoli correlati


© RIPRODUZIONE RISERVATA


Torna alla home page


Per poter lasciare o votare un commento devi essere registrato.
Effettua l'accesso oppure registrati




X