Quantcast
facebook rss

L’Ascoli scalda i motori
per il Frosinone:
Sottil valuta come sfruttare
le armi offensive

SERIE B - La squadra bianconera al lavoro al “Picchio Village” tra meccanismi difensivi da limare e una qualità offensiva che scalda la curiosità dei tifosi. Allo “Stirpe” arbitra Maggioni di Lecco
...

di Salvatore Mastropietro

 

Solitamente sono gli allenamenti di metà settimana quelli più importanti nella percorso di preparazione a una partita. E proprio oggi, mercoledì 20 ottobre, l’Ascoli ha svolto un’intensa seduta di lavoro al “Picchio Village” in vista del prossimo match contro il Frosinone, in programma sabato 23 alle 16,15 allo Stadio “Benito Stirpe”.

Andrea Sottil

Mister Andrea Sottil ha impegnato i suoi in un seduta tattica e in una partita a tutto campo. Il pareggio casalingo contro il Lecce ha lasciato buone sensazioni, ma altrettanti aspetti da limare assolutamente. Tra questi ci sono alcuni meccanismi difensivi, a volte dovuti ad una mancanza di attenzione nelle marcature a uomo (come accaduto contro Brescia e Crotone) e altre volte causati da errori di posizionamento talvolta grossolani.

Botteghin

In tutto ciò, però, Eric Botteghin si sta confermando un autentico leader di reparto, quello di cui l’Ascoli aveva bisogno dopo la partenza di Riccardo Brosco. Al suo fianco contro i ciociari dovrebbe tornare Anastasios Avlonitis. Danilo Quaranta si è disimpegnato abbastanza bene – con qualche basso e qualche alto – nelle tre partite disputate da titolare per sostituire il greco, ma ci sono delle gerarchie da rispettare.

Iliev

Tra gli aspetti positivi emersi nella gara contro il Lecce ci sono sicuramente quelli relativi a Atanas Iliev e Abdelhamid Sabiri. L’attaccante bulgaro ha trovato il primo gol dell’avventura italiana, che era iniziata a rilento anche per via dei pochi allenamenti svolti con il resto del gruppo. I giorni di lavoro di avvicinamento alla gara contro il Frosinone si stanno mostrando sicuramente utili per accelerare e definire al meglio il suo ambientamento in quelli che sono i dettami tattici di mister Sottil. C’è curiosità per vederlo all’opera fin dal primo minuto, ma per lui c’è da battere l’agguerrita concorrenza di Soufiane Bidaoui.

Abdelhamid Sabiri

Sabiri ha lasciato momentaneamente alle spalle la ben nota telenovela di cui è stato protagonista dai primi di agosto a circa due settimane fa. Il calciatore ex Paderborn, nonostante una forma fisica non ancora ottimale, ha dimostrato subito di poter fare la differenza, scacciando via con qualche tocco sopraffino le remore di chi nell’ambiente non avrebbe voluto più vederlo con la maglia bianconera. Tra questi c’era anche Andrea Sottil, ma ormai la pace è stata fatta.

Con il recupero di Sabiri, il progressivo inserimento di Iliev, la buona forma di Bidaoui, l’inamovibilità di capitan Dionisi, la vivacità di Fabbrini e la verve di Maistro (nonostante la brutta prova contro il Lecce) sono tante le frecce offensive all’arco del tecnico piemontese. La base tattica resterà quella del 4-3-1-2, ma chissà che non si possano con il tempo vedere all’opera altre soluzioni per sfruttare al massimo la loro qualità. Una di queste, per citarne una, potrebbe essere quella di vedere il tedesco-marocchino nel ruolo di mezz’ala, anziché in quello abituale di trequartista.

ARBITROLorenzo Maggioni di Lecco è l’arbitro designato per dirigere Frosinone-Ascoli, match valido per la nona giornata del Campionato di Serie B. Gli assistenti saranno Daisuke Emanuele Yoshikawa della sezione di Roma 1 e Orlando Pagnotta di quella di Nocera Inferiore. Quarto Ufficiale Michele Giordano di Novara, al VAR Alessandro Prontera di Bologna, AVAR Emanuele Prenna di Molfetta.




© RIPRODUZIONE RISERVATA


Torna alla home page


Per poter lasciare o votare un commento devi essere registrato.
Effettua l'accesso oppure registrati




X