Quantcast
facebook rss

Ascoli, a centrocampo si punta sulla linea verde: in bilico la posizione di Eramo

SERIE B - Proseguono i discorsi per riportare subito sotto le Cento Torri Tsadjout, Bellusci e Maistro. In uscita contatti positivi con la Sampdoria per Saric, in entrata la mediana sarà rinforzata con almeno due giovani. Collocolo verrà ceduto solo in caso di offerta irrinunciabile dalla massima serie
...

di Salvatore Mastropietro

 

Mentre la società ha annunciato – come richiesto dal nuovo staff tecnico guidato da mister Bucchi – l’anticipo di tre giorni del raduno precampionato rispetto a quanto precedentemente programmato, in casa Ascoli continua la programmazione in vista della prossima stagione. Il direttore sportivo Marco Valentini è al lavoro principalmente su due fronti, uno in entrata e uno in uscita.

 

Saric

Il primo riguarda il tentativo di riportare subito in bianconero i calciatori che torneranno ai club di appartenenza il prossimo 30 giugno (Frank Tsadjout, Peppe Bellusci e Fabio Maistro). Il secondo, per il momento, è un discorso monopolizzato quasi esclusivamente dalla situazione relativa a Dario Saric. Come ormai noto il centrocampista classe 1997 è finito da diverso tempo nel mirino di alcuni club di Serie A, tra cui la Sampdoria è quella attualmente più in vantaggio.

 

Stando a quanto filtra soprattutto dalla stampa ligure, i contatti tra le parti stanno procedendo in modo positivo e per la chiusura della trattativa non dovrebbe mancare molto. La richiesta dell’Ascoli non si è mai schiodata dalla soglia dei 4 milioni di euro, che sarebbe eventualmente abbassata (ma non di molto) solo tramite l’inserimento del cartellino di Leonardo Benedetti, centrocampista classe 1999 reduce da una buona stagione in Serie C con la maglia dell’Imolese. I recenti segnali fanno intuire che potrebbe essere proprio lui il primo colpo in entrata per quanto riguarda il calciomercato del Picchio.

 

Thomas Battistella

Assieme a lui, nel reparto di centrocampo dell’Ascoli è atteso l’innesto di un altro giovane. Si tratta di Thomas Battistella, classe 2001 che può agire sia da vice Buchel sia da mezz’ala nel centrocampo a tre. Di lui si è parlato con l’Udinese, club proprietario del cartellino, nell’ambito della trattativa per la risoluzione del contratto di mister Andrea Sottil. Su di lui ci sono da diverso tempo anche gli occhi di Frosinone e Modena, ma i bianconeri hanno ormai una corsia preferenziale. Con i friulani resta da ragionare solo sulla formula dell’operazione. Il direttore sportivo Marco Valentini sta valutando nel frattempo come alternativa ai due appena citati anche il profilo di Ilias Koutsoupias, che dopo l’ultima stagione con la maglia della Ternana (22 presenze e un gol) è tornato alla Virtus Entella in Serie C.

 

Eramo

In tutto ciò, oltre all’uscita ormai certa di Saric a centrocampo dovrebbe essercene anche un’altra. Al momento è improbabile che sia, come ipotizzato da alcuni, Michele Collocolo a lasciare l’Ascoli. Su di lui la società punta molto, così come mister Bucchi, motivo per cui una sua cessione sarà presa in considerazione solo in caso di offerta irrinunciabile dalla Serie A. È in bilico, invece, la posizione di Mirko Eramo. Nonostante il rinnovo fino al 2023 firmato lo scorso settembre ed il ruolo molto prezioso svolto nell’ultima stagione soprattutto a livello di spogliatoio, l’esperto mediano potrebbe dire addio nel caso in cui si presenti una buona opportunità per entrambe le parti. Opportunità che potrebbe essere rappresentata dal Bari, squadra in cui Eramo è cresciuto come calciatore: il direttore sportivo biancorosso Ciro Polito lo aveva già cercato la scorsa estate, quando venne proposto uno scambio (con Lollo) poi non andato in porto.




© RIPRODUZIONE RISERVATA


Torna alla home page


Per poter lasciare o votare un commento devi essere registrato.
Effettua l'accesso oppure registrati




X