Quantcast
facebook rss

Pineto travolgente (1-3) anche con il Porto d’Ascoli, Njambe cala il tris contro gli orange

CALCIO - L'attaccante abruzzese grande protagonista con la tripletta che ha deciso l'incontro. Il gol dei padroni di casa porta la firma di Battista. Gli ospiti si confermano padroni incontrastati del girone F della Serie D
...

 

di Benedetto Marinangeli

 

Il Pineto si conferma la prima della classe anche con il Porto d’Ascoli. L’undici di Daniele Amaolo sbanca il Riviera delle Palme con un eloquente 3-1 giunto al termine di una prestazione tutta sostanza. Gli orange d’altro canto se la sono giocata fino alla fine come è nel loro dna.

 

Davide Ciampelli

Il Porto d’Ascoli deve fare a meno di Spagna squalificato con il neo acquisto Sowe che inizialmente parte dalla panchina. Ciampelli da quindi spazio in avanti al tridente formato da Napolano, Clerici e Battista. A loro il compito di mettere in difficoltà la retroguardia del Pineto che deve fare a meno dei centrali Di Filippo e Nonni squalificati e sostituiti da Lucarini e Ceccacci. In campo anche l’ex Samb Emili a ridosso del tandem offensivo formato da Maio Njambe con l’ultimo arrivato Cosimo Forgione sulla linea mediana.

 

La prima conclusione è del Pineto al 6’ con Lo Sicco con il pallone che termina di poco sul fondo. E’ sempre il numero otto abruzzese ad impegnare nella parata a terra Testa al 14’.  Sei minuti dopo il Pineto passa in vantaggio con un’azione personale di Njambe che in velocità entra in area, evita Testa in uscita ed conclude in porta, nonostante il tentativo in extremis di Rovinelli. Un minuto dopo è Emili a sfiorare il raddoppio ma la sua conclusione trova pronto Testa alla deviazione in angolo.

 

La capolista legittima il suo vantaggio tenendo costantemente in mano il pallino del gioco, con gli orange che hanno evidenti difficoltà a rendersi particolarmente pericolosi dalle parti di Mercorelli. Al 33’ ancora una volta pineto vicino al raddoppio. E’ sempre testa ad opporsi alla conclusione a botta sicura di Lo Sicco dopo un assist di Maio. Il Porto d’Ascoli si vede solo su un calcio di punizione di Napolano deviato dalla barriera in calcio d’angolo. Al 41’ è ancora bravo Testa a deviare in angolo una conclusione di Forgione, poi Emili viene contrato in angolo da Sensi. L’ estremo difensore orange si ripete su Maio, poi è Njambe a sfiorare il palo al 44’.

 

Nella ripresa subito un cambio in casa Porto d’Ascoli con Rossi che al 3’ prende il posto di D’Alessandro. Ciampelli in questo modo vuole rinforzare la linea mediana nella prima frazione di gioco in balia degli avversari. E’ sempre Njambe a rendersi pericoloso al 5’ ma la sua conclusione si perde abbondantemente sul fondo. All’ 11’ scocca l’ora di Sowe che prende il posto di Clerici, con Pietropaolo che sostituisce Evangelisti. Ma è sempre Maio ad esaltare ancora Testa nella deviazione in angolo. Il numero 9 del Pineto ci riprova al 15’ ma trova sulla sua strada un sempre attento Testa. Tre minuti dopo Sowe non arriva di poco a correggere in rete un cross di Pasqualini. E’ sempre il Pineto ad avere l’occasione per chiudere la partita. Al 23’ Maio si invola sulla destra entra in area ma sbaglia il facile appoggio all’accorrente Njambe.

 

Orange vicini al pari un minuto dopo. Prima con Sowe il cui tiro viene respinto da Mercorelli. Poi, sul prosieguo dell’azione l’estremo difensore abruzzese blocca anche la conclusione centrale di Battista. Alla mezzora Amaolo sostituisce Maio con Domizi, rinforzando così la mediana e spostando in avanti Emili a fianco di Njambe. Al 32’ è il neoentrato Buonavoglia a spedire sul fondo da due passi.

 

E due minuti dopo Njambe mette il sigillo alla partita realizzando la sua doppietta personale con una conclusione dalla lunga distanza che non dà scampo a Testa. Ma la giornata di gloria dell’attaccante abruzzese non si ferma qui. Al 38’ cala il tris personale con un’azione personale in velocità. Al 41’ il Porto d’Asoli accorcia le distanze con Battista, il cui tiro cross beffa Mercorelli. L’estremo difensore abruzzese è poi bravo al 46’ a chiudere la sua porta su una incursione di Rossi. E’ l’ ultima emozione del match.

 

PORTO D’ASCOLI (4-3-3): Testa; Zoboletti, Sensi, Rovinelli, Pasqualini (37’ Passalacqua); Evangelisti (11’ Pietropaolo), D’Alessandro (3’ st Rossi), Verdesi (22’ st Buonavoglia); Napolano, Clerici (11’ st Sowe), Battista. A disposizione: Finori, Petrini, Parolisi, Massi. Allenatore: Ciampelli

 

PINETO (3-4-1-2): Mercorelli; Lucarini (31’ st Pica), Ceccacci, Della Quercia; Traini (40’st Marchegiani), Forgione (41’ st Capaldo), Lo Sicco, Foglia; Emili (45’ st Braghini); Maio (29’ st Domizi), Njambe. A disposizione: D’Egidio, Consorte, Del Mastro, Milani. Allenatore: Amaolo

 

Arbitro: Manzo di Torre Annunziata (assistenti Ferrara e Balbo)

 

Reti: 20’pt, 34’st e 38’st Njambe (Pi), 41’ st Battista (PdA)

 

Note: spettatori 200 circa. Ammoniti Testa (PdA), Njambe (Pi), Battista (PdA), Napolano (PdA). Angoli 5-2 per il Porto d’Ascoli. Recupero 1’+5′




© RIPRODUZIONE RISERVATA


Torna alla home page


Per poter lasciare o votare un commento devi essere registrato.
Effettua l'accesso oppure registrati




X