facebook rss

La Regione colloca due positivi
a Montalto Marche
Il sindaco: «Non mi risultano»

EMERGENZA - Daniel Matricardi tuona contro questo tipo di gestione delle informazioni, da parte delle autorità regionali, in un momento tanto delicato. Ha chiesto chiarimenti al direttore di Area Vasta 5 che si è impegnato a verificare il motivo della discordanza 

Daniel Matricardi, sindaco di Montalto Marche

Stasera, 19 marzo, per la prima volta la Regione Marche ha reso pubblica la mappa dei contagiati distribuiti nei singoli Comun. Seppure ha precisato che «si tratta di una prima estrazione, utile solo ai fini di fornire un quadro della distribuzione sul territori», i numeri non sono coerenti con quelli riferiti dal Gores nel bollettino di poche ore prima. Per quanto riguarda il Piceno, di cui peraltro non sono stati elencati nemmeno tutti e 33 i Comuni, alle 12 si è parlato di 27 contagi, mentre nell’elenco della Regione se ne contano 21.

Ma c’è un dato che ha fatto saltare sulla seggiola il sindaco di Montalto Marche, Daniel Matricardi, relativo alla presenza di due persone risultate positive al Covid-19 nel suo Comune: a lui non risultano.

«I dati riportati nella tabella pubblicata in serata dalla Regione Marche – afferma – dove emergono 2 positivi nel nostro Comune, non trovano riscontro con i dati in mia conoscenza. L’ultimo report ufficiale mi è giunto ieri mattina e non riferiva di casi positivi (per la precisione se ne riportava uno che di fatto non si trova a Montalto). Non ho avuto altre comunicazioni nel pomeriggio di ieri e i dati pubblicati risalgono alla 7,30 di oggi».

Matricardi ha chiesto immediatamente lumi al direttore dell’Area Vasta 5, Cesare Milani, il quale ha risposto che sarà sua cura fare le necessarie verifiche.

«L’unico dato che tengo a comunicarvi è che su tre tamponi effettuati nel nostro Comune, tutti e tre sono risultati negativi – aggiunge il sindaco – e sarà mia premura chiarire la discordanza in quanto in una situazione delicata come questa è inaccettabile una gestione delle informazioni di questo tipo».

I sindaci sono ufficiali sanitari all’interno del loro territorio e sebbene la positività al tampone di un cittadino rientri nella privacy, che però viene meno di fronte ad esigenze di salute pubblica. E’ stato Angelo Borrelli, capo del Dipartimento della Protezione Civile a chiare il punto, chiedendo esplicitamente a  Regioni e Prefetture di inviare ai primi cittadini tutte le informazioni sui casi di contagio e i nominativi delle persone poste in quarantena.

EMERGENZA – Daniel Matricardi tuona contro questo tipo di gestione delle informazioni, da parte delle autorità regionali, in un momento tanto delicato. Ha chiesto chiarimenti al direttore di Area Vasta 5 che si è impegnato a verificare il motivo della discordanza



Articoli correlati


© RIPRODUZIONE RISERVATA


Torna alla home page


Per poter lasciare o votare un commento devi essere registrato.
Effettua l'accesso oppure registrati




X