Quantcast
facebook rss

Pietropaolo (Ordine Avvocati):
«Lo Stato sblocchi le somme
dei gratuiti patrocini»

EMERGENZA CORONAVIRUS - Parla il presidente delle 700 toghe picene. «La categoria è in difficoltà anche se la tutela della salute resta al primo posto»
...

di Renato Pierantozzi

Tommaso Pietropaolo (Foto Vagnoni)

«Non vediamo l’ora di tornare alla normalità anche se ci rendiamo conto che adesso la cosa prioritaria è la tutela della salute». Sono le parole del presidente dell’Ordine degli Avvocati, Tommaso Pietropaolo, che guida un esercito di oltre 700 toghe sparse nei 33 Comuni del Piceno.

Anche gli avvocati, soprattutto quelli più giovani, stanno vivendo sulla propria pelle le conseguenze negative del Coronavirus tra reati in netto calo a causa del lockdown, rinvii delle cause, mancati incassi e spese fisse da sostenere.

«Ci sono difficoltà – dice – per questo abbiamo chiesto allo Stato di sbloccare i compensi dei gratuiti patrocini per cui bisogna aspettare anche anni». Per le cause urgenti in campo penale (arrestati) e civile (separazioni, alimenti), l’Ordine degli Avvocati ha sottoscritto una serie di protocolli (leggi l’articolo) con il Tribunale.

«Anche di questi tempi – conclude Pietropaolo – è necessario garantire la giustizia che è un servizio pubblico e le persone che hanno bisogno di essere tutelate».



Articoli correlati


© RIPRODUZIONE RISERVATA


Torna alla home page


Per poter lasciare o votare un commento devi essere registrato.
Effettua l'accesso oppure registrati




X