Quantcast
facebook rss

Ecco la lista dell’Udc per Acquaroli:
«Saremo l’elemento di stabilità»

ASCOLI - Il commissario regionale Antonio Saccone ha presentato i quattro candidati nel collegio piceno: Federica Trenta, Massimiliano Castagna, Gianna Mora e Matteo Santini: «Il centrodestra? E' il nostro alveo naturale»
...

Da sinistra Matteo Santini, Federica Trenta, Antonio Saccone, Massimiliano Castagna, Gianna Mora e Duilio Ortenzi

di Renato Pierantozzi

L’Udc riparte dal centrodestra appoggiando Francesco Acquaroli nella corsa per la presidenza della Regione Marche dopo l’alleanza con il centrosinistra di cinque anni fa.

«E’ stata una scelta naturale -afferma il senatore e commissario regionale Antonio Saccone– visto che da sempre siamo la quarta gamba del centrodestra e dal 2018 in poi in tutte le elezioni siamo stati alleati con questa coalizione. Da ultimo anche in Calabria raccogliendo il 7%».

Antonio Saccone

La lista è all’insegna della gioventù con un tocco di esperienza nella persona del commercialista sambenedettese Massimiliano Castagna, già presidente dell’Ordine provinciale.

In campo ci sono anche Federica Trenta, 24 anni, figlia d’arte dell’ex consigliere regionale forzista Umberto e attualmente impegnata in un master a Roma, la pittrice sambenedettese Gianna Mora e il commerciante ascolano Matteo Santini, 28 anni, titolare di un bar in piazza del Popolo e con un passato da sportivo.

«Non vogliamo rifare l’Udc -aggiunge il sen. Saccone- ma costruire la casa dei moderati che oggi è dispersa. Abbiamo la capolista più giovane di tutte le Marche e nonostante i sondaggi dobbiamo conquistare i voti giorno per giorno».

«Sono orgoglioso di essere in questa coalizione -dice il segretario provinciale Duilio Ortenzi– dove possiamo mettere a servizio le idee e stare dalla parte dei più deboli».

Massimiliano Castagna

«Dopo 20 anni -dice Massimiliano Castagna– i risultati del centro sinistra sul fronte della sanità, del terremoto e delle infrastrutture sono sotto gli occhi di tutti. L’ultima grande opera risale al senatore Baldassarri (la Quadrilatero, ndr). Non vogliamo una sanità governata da algoritmi politici e anche sul nuovo ospedale, che non deve prescindere da quelli esistenti, è il caso di ascoltare il parere dei cittadini».

«C’è bisogno di partiti dove poter portare la propria esperienza -aggiunge Gianna Mora, artista di spessore nazionale ed internazionale- e qui ci sono i valori che servono ai cittadini».

A sinistra Federica Trenta

«L’Udc -dice Matteo Santini– non ha scelto ex militanti di partito, ma persone serie e volenterose provenienti da uno spaccato della società civile. C’è bisogno di una realtà moderata e di centro».

Federica Trenta frequenta attualmente un master in financial management dopo la laurea.

«In politica -afferma- serve il punto di vista dei ragazzi soprattutto per creare quelle connessioni tra il mondo dell’istruzione e del lavoro che oggi mancano».



Articoli correlati


© RIPRODUZIONE RISERVATA


Torna alla home page


Per poter lasciare o votare un commento devi essere registrato.
Effettua l'accesso oppure registrati




X