facebook rss

Pubblico agli eventi sportivi:
la Regione chiede lumi al Governo
per eventuali ampliamenti

EMERGENZA CORONAVIRUS - Nelle Marche, al momento, è consentita la partecipazione di massimo 1.000 spettatori in quelli all'aperto e 200 in quelli al chiuso

Il Palazzetto dello Sport di San Benedetto

L’ultimo decreto legge del Governo ostacola deroghe in ampliamento alle prescrizioni nazionali.

In merito alla presenza di pubblico in occasione di eventi sportivi sul territorio marchigiano, la Regione Marche ha già adottato un decreto della Presidenza che consente la partecipazione di massimo 1.000 spettatori per gli impianti sportivi all’aperto e di 200 per gli impianti sportivi al chiuso.

La situazione epidemiologica in atto è costantemente monitorata, così come l’evoluzione della normativa che è stata ulteriormente modificata dal Governo nazionale con l’ultimo decreto legge 125 che ostacola le Regioni ad adottare in autonomia deroghe alle prescrizioni nazionali.

Il Comitato scientifico nazionale e il Gores Marche si erano già espressi formalmente in modo non favorevole rispetto all’incremento di pubblico.

La Regione ha quindi chiesto al Ministero di poter comprendere come può ampliare, laddove ci siano tutte le condizioni, il numero consentito degli spettatori.

E lo stesso governatore Acquaroli aggiunge: «A seguito delle ultime comunicazioni e delle diverse interpretazioni, nei primi giorni della prossima settimana sarà convocato un tavolo tecnico di concertazione con tutti i soggetti coinvolti per cercare di individuare una soluzione che non danneggi lo sport marchigiano e risolva questo empasse che si è creato. Inoltre chiederemo di inserire la questione in sede di Conferenza delle Regioni per cercare di capire quale è l’orientamento delle procedure».



Articoli correlati


© RIPRODUZIONE RISERVATA


Torna alla home page


Per poter lasciare o votare un commento devi essere registrato.
Effettua l'accesso oppure registrati




X