facebook rss

L’ex Ardemagni:
«Mi sento ascolano,
ma sono un professionista»
(Il video)

SERIE B - L'ex di turno decisivo nella vittoria della sua Reggiana sul Picchio: «Ho grande rispetto per la tifoseria bianconera, in molti mi hanno amato e mi sento uno di loro. Poi però in campo non si può guardare in faccia a nessuno»

 

Il ritorno alla sconfitta per l’Ascoli nella trasferta di Reggio Emilia è avvenuto per mano del classico gol dell’ex. Stavolta ci ha pensato Ardemagni a guadagnarsi un dubbio calcio di rigore – poi rivelatosi decisivo – e a trasformarlo successivamente, a oltre 15 mesi di distanza dall’ultimo gol messo a segno proprio con la maglia bianconera.

Nel post partita, l’attaccante milanese ha commentato la prestazione odierna soffermandosi anche sui suoi trascorsi nel Piceno: «Succede che giochi bene e perdi come successo a noi contro il Chievo, ma poi succede anche che giochi meno bene e conquisti i tre punti come successo a noi oggi. Mi sono sacrificato molto e per fortuna i risultati si sono visti. Per me è stata una partita speciale. Il gol dell’ex? Non nascondo che io mi sento ascolano. I tifosi bianconeri mi hanno sostenuto e mi hanno amato, altri mi hanno odiato ma io mi sento uno di loro. Ho massimo rispetto per la tifoseria che è una delle migliori d’Italia. Ho anche comprato casa in Ascoli. Poi però quando gioco sono in professionista ed ognuno deve andare per la propria strada, non si può guardare in faccia a nessuno».




© RIPRODUZIONE RISERVATA


Torna alla home page


Per poter lasciare o votare un commento devi essere registrato.
Effettua l'accesso oppure registrati




X