Quantcast
facebook rss

“Lu Scorfena della settimana”
alle bacheche abusive

ASCOLI - Prosegue la carrellata delle brutture individuate in città dall'associazione "Ascoli Nostra". La puntata numero 14 punta il dito sulle affissioni selvagge, sulle loro mancate rimozioni e sui mancati controlli
...

 

 

 

Prosegue la carrellata dell’associazione “Ascoli Nostra” che ogni settimana assegna uno “Scorfena” a una bruttura, una situazione di degrado della città, soprattutto nel centro storico sempre affollato da cittadini e turisti.

In questa puntata numero 14, nel mirino finiscono ancora una vota le bacheche. Dopo quelle turistiche e dopo quelle lasciate a se stesse, è la volta di quelle cosiddette “a muro”, abbandonate o meglio inutilizzate da anni da chi ne aveva cura e diventate ,luogo di affissione di manifesti e locandine. Spesso queste ultime coprono anche intere vetrine di attività commerciali che non ci sono più.

«La nostra città è completamente tappezzata da locandine, avvisi e fogli di vario genere che vengono affissi nella maggior parte dei casi senza autorizzazione e, quindi, senza controllo».

Lo afferma “Ascoli Noistra”, che poi aggiunge: «Anche gli avvisi di interruzione temporanea di servizi come acqua, gas e luce, non vengono rimossi dopo che sono stati effettuati i lavori e rimangono lì, anche per mesi. A tutto questo vanno aggiunte anche i fogli con foto e scritte augurali e festose per gli amici che si sposano, per le quali vengono utilizzati anche i cartelli della segnaletica stradale. Manifestini simpatici e goliardici che dovrebbero però essere rimossi a… cerimonia avvenuta. E invece niente».

«Ad intristire ulteriormente la situazione – conclude “Ascoli Nostra” che sta preparando il materiale pr il gran finale dell’assegnazione de “Lu Scorfena d’Ore” – anche diverse bacheche in disuso da anni, sporche e tappezzate da fogli di vario genere. E aggiungiamoci pure i cartelli che indicano l’inizio lavori: alcuni recano date di fine lavoro vecchie di anni. Tutto ciò costituisce un aspetto poco edificante per Ascoli, una grave forma di lassismo sia da parte dell’Amministrazione comunale che dei cittadini».

 

LA LISTA (e relativi link) DEGLI “SCORFENA” DI ASCOLI NOSTRA

1 – Via Manilia

2 – La Torre del Cucco

3 – Il portone di via dei Bonaccorsi

4 – Le bacheche turistiche

5 – La fontana di Piazza San Tommaso

6 – Il Ponte di Cecco

7 – Le tettoie

8 – L’edificio di corso Mazzini-angolo Piazza del Popolo

9 – L’aiuola di San Pietro Martire

10 – I balconi del centro storico

11 – La Loggia dei Mercanti

12 – La porta di Via Piave

13 – Le bacheche di Viale De Gasperi

 

 


© RIPRODUZIONE RISERVATA


Torna alla home page


Per poter lasciare o votare un commento devi essere registrato.
Effettua l'accesso oppure registrati




X