Quantcast
facebook rss

Ascoli,
dal Pordenone alla Ternana:
sette gare al giro di boa
per continuare a puntare in alto

SERIE B - Le ambizioni dei bianconeri andranno confermate nel prossimo mese e mezzo: tre partite casalinghe e quattro trasferte in cui Sottil dovrà riuscire a sfruttare tutto il materiale umano ancora parzialmente inespresso. Domani la ripresa degli allenamenti in vista del match di Lignano Sabbiadoro
...

di Salvatore Mastropietro

 

La sosta per le Nazionali sta permettendo alle squadre di Serie B di rifiatare, ma dalla prossima settimana alla fine dell’anno solare non ci saranno ulteriori occasioni per fermarsi e recuperare. In casa Ascoli dopo due giorni liberi concessi dallo staff di mister Andrea Sottil si riprenderà a lavorare da domani pomeriggio, lunedì 15 novembre, in vista dell’impegno di Lignano Sabbiadoro contro il Pordenone, in programma sabato alle ore 14. 

Alle spalle ormai è stato lasciato il primo terzo del campionato, che ha lasciato sensazioni senza dubbio positive nel mondo bianconero. Sensazioni che andranno confermate nel prossimo mese e mezzo, in particolare nelle sette partite che separano il torneo dal giro di boa, quando sarà possibile provare a tirare somme ben più concrete rispetto a quelle attuali e a regolarsi di conseguenza in vista del calciomercato di gennaio. Il patron Massimo Pulcinelli e il nuovo socio Matt Rizzetta hanno fatto sapere di essere già pronti ad investire qualora ce ne fosse la necessità per rinforzare la squadra, ma è un discorso ancora prematuro sebbene il nuovo direttore sportivo Marco Valentini abbia cominciato a guardasi attorno.

Tedino, tecnico del Pordenone prossimo avversario

Le ambizioni dei bianconeri andranno confermate a partire dalla gara contro il Pordenone, come detto. Poi sarà la volta di due match casalinghi di spessore contro il Monza (sabato 27 novembre ore 14) e il Parma dell’ex Maresca (domenica 5 dicembre ore 14), intervallati dalla delicata trasferta infrasettimanale di Reggio Calabria contro gli amaranti di un altro ex come Alfredo Aglietti. L’11 dicembre (ore 14) i bianconeri saranno di scena al “Tombolato” di Cittadella, per poi vedersela il sabato successivo al “Del Duca” contro la Cremonese nell’ultimo impegno tra le mura amiche del 2021. Il girone d’andata si chiuderà nel giorno di Santo Stefano (ore 18) sul campo della Ternana. Poi il 29 dicembre trasferta a Cosenza per la prima giornata di ritorno, match che chiuderà l’anno solare del Picchio e regalerà qualche giorno di – si spera meritate – vacanze a Dionisi e compagni.

Andrea Sottil

Si tratta di un programma impegnativo, in cui mister Sottil dovrà essere abile nello sfruttare tutte le armi a propria disposizione. Gli indisponibili, a partire da Gian Filippo Felicioli, sono sulla via del rientro e anche tutti gli altri stanno cercando di raggiungere il top della forma. Tra questi come non citare Sabiri, Caligara (in ombra nella prima parte di stagione), Saric (alle prese con continui fastidi alla caviglia), Salvi (in miglioramento dopo un inizio complicato), Iliev… Insomma, di materiale umano ancora parzialmente inespresso ce n’è abbastanza. Da Pordenone in poi ci sarà bisogno di tutti per continuare a puntare in alto in un campionato sempre equilibrato, quest’anno in particolare.




© RIPRODUZIONE RISERVATA


Torna alla home page


Per poter lasciare o votare un commento devi essere registrato.
Effettua l'accesso oppure registrati




X