Quantcast
facebook rss

Samb: recuperati Frulla e Lulli, a centrocampo ora c’è l’imbarazzo della scelta

SERIE D - L'ex Jesina: «Spero di essere a disposizione degli allenatori per domenica prossima e dare così una mano alla squadra. Con il Matese ci attende una gara tosta contro un’ottima squadra. Dovremo dare qualcosa in più. Giochiamo al Riviera e il fattore campo potrebbe incidere molto»
...

 

di Benedetto Marinangeli

(foto Samb Calcio)

La gara con il Matese rappresenta uno spartiacque estremamente importante per il futuro della Samb. Sono obbligatori i tre punti sia per staccarsi definitivamente dalla zona play out sia per provare ad agganciare il quinto posto che vale l’accesso ai playoff. Ma le ultime prestazioni dei rossoblù hanno fatto storcere la bocca non solo a Visi e Alfonsi ma anche alla tifoseria. Ci sono, infatti, alcune problematiche che lo staff tecnico è chiamato a risolvere.

Lulli

La prima riguarda la coabitazione tra Buono ed Angiulli. L’ex Monterosi è il classico play maker che, nelle partite in cui è stato impiegato nella sua posizione classica, ha sempre fatto vedere buone cose. Capitan Angiulli al rientro dopo il lungo infortunio non è ancora al top della condizione e fu adattato in quella posizione nell’ultimo campionato di C proprio per l’assenza di un regista basso. Ruolo che il centrocampista milanese sa ben ricoprire ma la sua posizione naturale è quella di intermedio.

Nelle ultime gare da interno è stato schierato Buono con Angiulli davanti alla difesa. I due vanno a pestarsi i piedi e conseguentemente tutta la manovra ne risente. A questo punto i tecnici debbono fare una scelta e cioè privarsi di uno dei due in mezzo al campo. Il rientro di Frulla, infatti, garantisce dinamismo e copertura.

«Finalmente dopo quindici giorni –dice Mattia Frulla– sono rientrato nel gruppo. Sto bene e non accuso alcun dolore. Spero di essere a disposizione degli allenatori per domenica prossima e dare così una mano alla Samb. Stiamo preparando questa partita come sabbiamo sempre fatto nelle ultime settimane. Con il Matese ci attende una gara tosta contro un’ottima squadra. Da parte nostra –conclude il centrocampista rossoblù– dovremo dare qualcosa in più. E poi giochiamo al Riviera con il fattore campo che potrebbe incidere molto sull’andamento della partita. Faremo di tutto per portare a casa il bottino pieno».

Visi e Alfonsi, poi, dovranno anche trovare le soluzioni più idonee per fare coesistere nel migliore dei modi Fall e Cardella con quest’ultimo che sembra, nelle ultime partite, fare fatica a combinarsi con il senegalese, sia per quanto riguarda la posizione in campo (entrambi sono delle prime punte) che per i rifornimenti offensivi. Arrivano infatti non solo pochi aiuti dal trequartista Lisi ma anche pochi palloni dai centrocampisti e dalle corsie esterne. Allo staff tecnico il compito di mettere mano alla situazione e di risolverla.

SQUADRA – Contro il Matese rientra Luca Lulli che ha scontato il turno di squalifica, mentre per rivedere in campo Di Domenicantonio bisognerà attendere il match di Castelnuovo in programma giovedì prossimo aprile.




© RIPRODUZIONE RISERVATA


Torna alla home page


Per poter lasciare o votare un commento devi essere registrato.
Effettua l'accesso oppure registrati




X