Quantcast
facebook rss

L’Ascoli con la carica dei 1.454: una marea bianconera per superare il Parma

SERIE B - Quella del “Tardini” sarà una della trasferte più "frequentate" della storia recente bianconera. Il Picchio arriva al match con grande entusiasmo, da sfruttare adesso per blindare l’obiettivo playoff. Sottil può contare sul gruppo al completo: ancora Dionisi e Bidaoui in attacco. Peppe Iachini, grande ex, si affida alla classe di Vazquez e Bernabè
...

 

di Salvatore Mastropietro

 

1.454: questo il numero di cuori bianconeri che domani popoleranno il settore ospiti dello stadio “Ennio Tardini”. Il giorno di Pasquetta, l’orario e la distanza non eccessiva con la città emiliana di certo hanno aiutato, ma in generale tra i fattori principali che hanno contribuito a raggiungere un numero simile c’è senz’altro il grande entusiasmo che l’Ascoli è riuscito a creare nella miglior stagione della propria storia recente.

Sarà una trasferta memorabile sugli spalti e si spera che lo possa essere anche sul campo: Parma-Ascoli può essere uno snodo decisivo nella corsa playoff del Picchio, a cui manca davvero poco per blindare l’obiettivo del piazzamento nelle prime otto posizioni. La formazione gialloblù, allenata dall’ascolano Peppe Iachini, è ormai tagliata fuori da ogni velleità di classifica, ma vuole comunque chiudere al meglio un campionato vissuto perennemente al di sotto delle aspettative dell’ambiente e degli addetti ai lavori. La differenza sostanziale di motivazioni gioca a favore degli uomini di Sottil, che comunque non devono abbassare la guardia di fronte a un avversario comunque infarcito di calciatori di categoria superiore.

Rispetto all’emergenza vissuta nell’ultimo mese causa Covid e problemi di infermeria vari, l’Ascoli arriva al match di Parma nella migliore condizione possibile dal punto di vista dell’organico a disposizione. Quasi tutti, ad eccezione dell’appena recuperato Tsadjout, sono in grado di giocare dall’inizio, motivo per cui il tecnico piemontese ha un paio di ballottaggi da risolvere.

Nel 4-3-1-2 davanti a Leali dovrebbero essere soltanto due i cambi rispetto al 2-0 di una settimana fa contro la Reggina. Saric dovrebbe tornare dal 1’ minuto al posto di Collocolo (in vantaggio su Caligara), così come Maistro sulla trequarti al posto di Ricci. In quest’ultimo caso, tuttavia, non sono escluse sorprese. Per il resto, fiducia alla linea difensiva a quattro composta da Salvi, Botteghin, Bellusci e Falasco. Buchel agirà in cabina di regia, mentre in avanti si punterà tutto sulla coppia Dionisi-Bidaoui.

Peppe Iachini

 

Mister Iachini, invece, deve fare ancora a meno di Buffon, ma recupera Inglese per il reparto offensivo, così come Vazquez sulla trequarti. I bianconeri dovranno fare particolare attenzione a Bernabè, gioiellino classe 2001 in grande spolvero nelle ultime partite.

 

LE PROBABILI FORMAZIONI

 

PARMA (3-4-1-2): Turk; Delprato, Danilo, Cobbaut; Rispoli, Juric, Bernabè, Man; Vazquez; Tutino, Pandev. Allenatore: Iachini

 

ASCOLI (4-3-1-2): Leali; Salvi, Botteghin, Bellusci, Falasco; Saric, Buchel, Caligara; Maistro; Dionisi, Bidaoui. Allenatore: Sottil

 

Arbitro: Marcenaro di Genova (assistenti Mokhtar di Lecco e Di Gioia di Modena, quarto ufficiale Tremolada di Monza, Var Paterna di Teramo, Avar Rossi di Biella)

 

Stadio: Tardini, ore 18.

 

 

 




© RIPRODUZIONE RISERVATA


Torna alla home page


Per poter lasciare o votare un commento devi essere registrato.
Effettua l'accesso oppure registrati




X