Quantcast
facebook rss

Oltre 3.000 biglietti già venduti per Ascoli-Cittadella, Caligara: «I tifosi saranno il dodicesimo uomo in campo»

SERIE B - Prosegue a gran ritmo la prevendita dei tagliandi per il match del 25 aprile. Mister Sottil continua con gli allenamenti alle 12,30 per far abituare i suoi all’orario. Il centrocampista in gran spolvero nelle ultime prove: «Posso fare ancora meglio. Ci aspettano tre partite fondamentali, poi si vedrà»
...

 

di Salvatore Mastropietro

 

La carica del popolo bianconero non si è esaurita a Parma ed è pronta ad esplodere con tutta la propria forza nel prosieguo di campionato che attende l’Ascoli. Se ne sta avendo una chiara dimostrazione in queste ore: a tre giorni di distanza dal match casalingo contro il Cittadella, in programma lunedì 25 aprile alle 12,30, sono già oltre tremila i biglietti acquistati dai tifosi del Picchio. La speranza è che il dato, comprensivo degli 857 mini abbonamenti lanciati a inizio marzo dalla società, possa perlomeno raddoppiare, considerando anche il giorno festivo che dovrebbe favorire l’afflusso di persone allo stadio.

Continua senza sosta la preparazione, intanto, agli ordini di mister Andrea Sottil, che ha deciso di fissare gli allenamenti alle 12,30 per cercare di far abituare il gruppo a un orario – e a tutto ciò che ne consegue in termini di abitudini – mai sperimentato in questa stagione. Oggi la squadra è stata impegnata in una partita in famiglia e proseguirà domani con una seduta di lavoro fissata sempre alla stessa ora.

A margine dell’allenamento odierno, in casa bianconera ha parlato Fabrizio Caligara, probabile titolare anche lunedì contro il Cittadella dopo l’ottima prova di Parma, che aveva fatto seguito a quella (con gol) contro la Reggina: «Ci stiamo preparando alla partita di lunedì con allenamenti alle 12,30 e, anticipando il pranzo, arriveremo certamente pronti alla gara».

Martedì alla ripresa degli allenamenti la squadra ha ricevuto la visita di Massimo Pulcinelli: «I complimenti del patron fanno piacere, sappiamo che queste tre partite saranno fondamentali per il nostro cammino, pensiamo a una sfida alla volta e vedremo alla fine dove saremo. Il Cittadella è una squadra che negli ultimi anni ha disputato sempre buoni campionati, è fastidiosa da affrontare, ma noi ce la giocheremo a viso aperto – come sempre – per cercare di portare a casa la vittoria». 

 

Sulla stagione in corso e sul rapporto personale con Ascoli: «Non so se questa sia la mia migliore annata per continuità e rendimento, c’è sempre da migliorarsi, è stata finora una buona stagione, ma avrei potuto fare molto di più. Per fare meglio ci sono ancora tre partite della regular season e vedremo quante dei playoff. Sono molto contento di essere un giocatore dell’Ascoli, l’ho voluto fortemente a inizio stagione durante il mercato, sono contento d’essere qui per altre stagioni, vorrei fare qualcosa di grande. Quest’anno il rendimento della squadra è stato sempre in crescita, man mano c’è stata sempre più intesa e secondo me in questo ultimo frangente di campionato stiamo crescendo ancora di più. Dobbiamo continuare ad avere continuità, dare il massimo in ogni partita, uscendo dal campo senza rimpianti. Ringrazio i tifosi per l’affetto che ci hanno dato a Parma, non è da tutti essere così numerosi in trasferta in un giorno di festa, spero saranno tanti anche lunedì perché ci danno una grande mano, sono il dodicesimo uomo in campo».




© RIPRODUZIONE RISERVATA


Torna alla home page


Per poter lasciare o votare un commento devi essere registrato.
Effettua l'accesso oppure registrati




X