Quantcast
facebook rss

Ascoli-Cittadella: per i playoff si può digiunare (Tutte le foto)

SERIE B - Cori e striscione dei tifosi contro l'assurdo orario delle 12,30 che comunque non ha vietato ad oltre 6.000 persone di essere presenti al "Del Duca". Ecco la partita vissuta non dal divano ma sul cellulare, seduto tra tavole imbandite
...

 

di Lino Manni

 

Stavolta niente divano, mi sono dovuto accontentare di seguire la partita sul cellulare, tra una portata e l’altra del matrimonio al quale ho partecipato. Entra in campo l’Ascoli, escono dalla chiesa gli sposi. I tifosi sugli spalti del “Del Duca” cantano, i parenti degli sposi fanno festa e applaudono. Il pranzo decolla, ma la partita no. Nello scialbo primo tempo Ascoli troppo nervoso e incapace di creare pericoli al Cittadella. A momenti mi va di traverso un boccone quando gli ospiti hanno segnati, poi per fortuna l’intervento del Var… Alla fine del primo tempo siamo ancora al buffet in giardino, la connessione è quello che è. Comincia la ripresa e, in contemporanea, il pranzo. Occhi fissi sul cellulare a sentire e vedere i tifosi bianconeri come reagiscono alle occasioni che l’Ascoli crea. Alla partita si interessano anche alcuni romani, tifosi della Roma, che sperano di tornare per affrontare l’Ascoli in A e gustarsi le olive fritte che sul tavolo ovviamente non mancano. Finisce 0-0 col brivido finale della paratona di Leali sull’ex Baldini. Il pari non cambia nulla, tutto è rimandato agli ultimi 180 minuti. Il pranzo sta avviandosi a conclusione e, a proposito di pranzo, mi unisco a cori e striscione dei tifosi contro l’orario d’inizio della partita. Ok i diritti tv, ma l’orario delle 12,30 sembra una mezza follia. In molti hanno digiunato, io in verità no.

 




© RIPRODUZIONE RISERVATA


Torna alla home page


Per poter lasciare o votare un commento devi essere registrato.
Effettua l'accesso oppure registrati




X