Quantcast
facebook rss

Verso Cremonese-Ascoli, Leali: «Lo Zini è un campo difficile, servirà una prestazione di livello assoluto»

SERIE B - La carica dell'estremo difensore bianconero a tre giorni dalla trasferta in terra lombarda: «Sarà una partita importante per noi e per loro. Dovremo arrivare pronti sul piano fisico, mentale e tattico. Tifosi? È bello vederli così numerosi». Picchio Village: continua la preparazione agli ordini di Sottil, venerdì mattina la rifinitura e la partenza
...

di Salvatore Mastropietro

 

Andrea Sottil

Il pareggio casalingo del 25 aprile contro il Cittadella è ormai alle spalle e in casa Ascoli prosegue la preparazione verso il prossimo match in casa della Cremonese in un turno di campionato (il penultimo) che potrebbe essere cruciale per il raggiungimento del tanto agognato obiettivo playoff. Nella seduta odierna di allenamento mister Sottil ha impegnato i suoi in un circuito di forza, in esercitazioni sul possesso palla e in una partita a campo ridotto. Si continuerà a lavorare domani, giovedì, alle ore 17. Poi venerdì mattina è fissata la consueta rifinitura e la partenza verso la Lombardia.

In terra grigiorossa il Picchio troverà un ambiente molto caldo, che vuole spingere la squadra di Pecchia verso la promozione diretta in Serie A, obiettivo complicato dalla sconfitta rimediata nell’ultima giornata sul campo del Crotone già retrocesso. La Cremonese è dunque quasi obbligata alla vittoria per respingere gli assalti delle inseguitrici, ma l’Ascoli ha allo stesso tempo un grande bisogno di punti per archiviare quanto prima la qualificazione agli spareggi della post season.

L’importanza della gara dello “Zini” è stata evidenziata da Nicola Leali, portiere e leader del gruppo bianconero, che ha parlato ai microfoni del club nella consueta intervista di metà settimana: «Con la Cremonese è una partita importante per noi e per loro, si affronteranno due squadre con grandi motivazioni, sarà fondamentale approcciarsi bene al match. Sappiamo che lo Zini è un campo difficile, la Cremonese è una squadra molto forte, lo dice la posizione di classifica, peraltro meritata. Stiamo preparando la gara in ogni minimo particolare, sappiamo che dovremo arrivare bene sul piano fisico, mentale e tattico. Ogni dettaglio sarà importante per arrivare al meglio alla sfida e fornire una prestazione di assoluto livello».

Il portiere classe 1993 è tornato anche sul pareggio interno contro il Cittadella e sul rendimento del reparto difensivo: «Abbiamo ottenuto un punto importante contro una squadra sempre difficile da affrontare; nel primo tempo abbiamo avuto più difficoltà, dovute al pressing avversario, ma nella ripresa le occasioni migliori le abbiamo avute noi; saremmo potuti andare in vantaggio e sarebbe cambiata la partita. Comunque alla fine è arrivato un punto che contro il Cittadella è sempre importante. La difesa? I risultati in questo periodo sono positivi, lo dice anche la classifica; per quanto riguarda i gol subiti, stiamo lavorando bene; anche nella gara col Cittadella è stato molto importante non subire reti. Nelle ultime tre partite la porta è rimasta inviolata, è un dato fondamentale che ci dà consapevolezza nei nostri mezzi».

Chiosa finale sui tifosi, che anche a Cremona seguiranno la squadra in un numero rilevante: «È bello vedere i tifosi così numerosi e con tutto questo entusiasmo. Sono al terzo anno qui ed è motivo di orgoglio sentire questa carica dopo due annate difficili, con salvezze all’ultimo secondo. Vederli così numerosi allo stadio e con tutto questo entusiasmo è bello, più saranno e meglio sarà per noi perché ci aiuteranno come sempre hanno fatto».




© RIPRODUZIONE RISERVATA


Torna alla home page


Per poter lasciare o votare un commento devi essere registrato.
Effettua l'accesso oppure registrati




X