Quantcast
facebook rss

Al “Del Duca” una stagione in novanta minuti

SERIE B - Venerdì sera gara secca di playoff con il Benevento. Sarà sold out. Superati i 10.360 spettatori della sfida playout di quattro anni fa con l’Entella, stavolta saranno 10.417, più i tifosi ospiti
...

L’invasione dei tifosi al termine di Ascoli-Entella il 31 maggio 2018 per festeggiare la salvezza

 

di Andrea Ferretti

 

Capienza massima 11.317. Ultimo pienone 10.360. Venerdì sera (fischio d’inizio alle 20,30) al “Del Duca”, per la gara secca di playoff Ascoli-Benevento, sarà sold out con 10.417 presenze.

 

La Curva Nord in Ascoli-Parma quest’anno

Con 7.651 spettatori Ascoli-Ternana ha battuto il record che resisteva da dicembre: 6.837 persone sugli spalti per Ascoli-Parma. Quel giorno scattò anche l’effetto Iachini-Buffon. Venerdì scorso invece c’era in ballo un sesto posto da difendere, come poi è stato al termine dell’ennesima prestazione da incorniciare della banda Sottil.

 

La capienza massima del “Del Duca” è ufficialmente di 11.317 spettatori. La corsa al biglietto è stata come uno sprint di Marcell Jacobs: polverizzati in poco più di un’ora e mezza. Più fortunati i possessori degli 857 mini abbonamenti che vennero staccati dalla società di Corso Vittorio per le ultime sei gare casalinghe che hanno avuto un giorno in più per acquistarlo. Quelli a disposizione dei tifosi del Benevento sono 900 che, sommati ai 10.417 di marca bianconera fanno appunto 11.317. Ma in quel settore più della metà dei posti resteranno probabilmente vuoti visto che intorno alla squadra giallorossa non regna grande entusiasmo, nonostante il presidente ricordi ai suoi giocatori lo 0-2 del match di andata in campionato (chissà se gli ricorda anche lo 0-2 del ritorno…).

 

La Curva Nord in Ascoli-Entella 4 anni fa

Superata la soglia dei 10.360 spettatori di Ascoli-Entella, match di ritorno dei playout del campionato di B 2017-2018. All’Ascoli, che aveva pareggiato 0-0 in Liguria, al “Del Duca” bastava un pareggio. E così fu, soffrendo, compresi sei minuti di extratime finale. Era la sera del 31 maggio 2018. La Tribuna Est Mazzone era in fase di completamento e quindi rimase deserta. Oltre alla Tribuna Ovest, i tifosi del Picchio occuparono gran parte della Curva Nord e, soprattutto, la provvisoria Curva Sud in ferro che sostituiva quella di cemento in attesa di essere abbattuta. L’allenatore era Cosmi che schierò questo 3-5-2: Agazzi; Padella, Mengoni, Gigliotti; Mogos, Addae, Kanoutè, Baldini (8’st D’Urso), Pinto (33’st Mignanelli); Clemenza (48’st Ivan De Santis), Monachello. A disposizione: Lanni, Perri, Florio, Martinho, Parlati, Castellano, De Feo, Tassi, Ganz. Al fischio finale l’invasione di campo per festeggiare la permanenza in B.

 

 

 




© RIPRODUZIONE RISERVATA


Torna alla home page


Per poter lasciare o votare un commento devi essere registrato.
Effettua l'accesso oppure registrati




X