Quantcast
facebook rss

Un “Del Duca” bollente per Ascoli-Ternana: nel mirino c’è il record stagionale di spettatori

SERIE B - Entusiasmo alle stelle in casa bianconera: il popolo del Picchio pronto a spingere gli uomini di Sottil per guadagnare almeno un posto nella griglia playoff. Buchel ringrazia squadra e ambiente: «Qui ho ritrovato la voglia di giocare a calcio. I tifosi saranno la nostra arma in più»
...

di Salvatore Mastropietro

 

L’obiettivo playoff è stato raggiunto con l’exploit in casa della Cremonese, ma l’ultimo atto del campionato assume comunque un’importanza piuttosto elevata in casa Ascoli. Venerdì sera, ore 20,30, contro la Ternana i bianconeri avranno a disposizione un’importante chance per migliorare il proprio piazzamento in classifica e, di conseguenza, anche quello nella griglia degli spareggi promozione.

Occorrerà battere gli umbri e attendere allo stesso tempo una serie di combinazioni che coinvolgono avversari come Pisa, Benevento e Brescia. In caso di tre punti e di contestuale mancato successo di tutte e tre le dirette concorrenti il Picchio arriverebbe quarto in classifica e passerebbe direttamente alle semifinali, saltando la gara secca eliminatoria, ma vale la pena sottolineare come questa sia sulla carta – visti gli avversari di sanniti e lombardi (rispettivamente Spal e Reggina) – l’ipotesi più complicata. Se due su tre dovessero non andare oltre il pari l’Ascoli salirebbe al quinto posto. L’ultimo caso è quello in cui sarebbe solo una delle tre a non centrare il successo nell’ultimo turno: questa combinazione permetterebbe ai bianconeri di salire al sesto piano della graduatoria e di guadagnare di conseguenza il fattore campo nel primo turno playoff.

Insomma, bisognerà armarsi di calcolatrici e radioline (per i più romantici) come tipico negli ultimi 90 minuti di un campionato con ancora quasi tutti i verdetti irrisolti. Battere gli umbri, tuttavia, è tutt’altro che scontato. Ne sanno qualcosa Benevento e Perugia, sconfitte dagli uomini di Lucarelli negli ultimi due turni di campionato con pieno merito. Ed il tecnico toscano da buon livornese non vorrà dedicare un diverso trattamento ad una piazza, quella ascolana, che in passato non lo ha sempre accolto – per usare un eufemismo – nel migliore dei modi.

La Curva Nord in occasione di Ascoli-Cittadella

Ci sarà bisogno del “Del Duca” delle grandi occasioni per spingere la squadra di mister Sottil. La risposta del popolo bianconero non si sta facendo attendere e non potrebbe essere altrimenti considerando il grandissimo entusiasmo, misto alla consapevolezza di poter proseguire ancora un percorso fin qui straordinario, che ha pervaso tutto l’ambiente. Al momento il dato di biglietti venduti ha superato quota 5.000 (comprensivo degli 857 miniabbonamenti e di 158 tagliandi staccati per il settore ospiti) ed è destinato a crescere ancora. Se la prevendita, che proseguirà fino al calcio d’inizio del match, dovesse proseguire con il ritmo osservato finora, allora potrebbe essere superato il record stagionale di presenze, che appartiene ad Ascoli-Parma dello scorso dicembre (6.837 spettatori in quell’occasione).

PICCHIO VILLAGE – La preparazione agli ordini di mister Sottil è proseguita oggi, mercoledì, con un lavoro prettamente tattico, caratterizzato da una partita a tutto campo. Domani sera alle ore 20 è in programma la seduta di rifinitura sul terreno del “Del Duca”. L’orario è stato scelto con l’obiettivo di curare al meglio tutta la routine pregara, dall’alimentazione all’attività fisica vera e propria.

Marcel Buchel

A margine della seduta odierna ha parlato ai microfoni della società uno dei cardini del progetto bianconero come Marcel Buchel, che già l’anno scorso era stato tra i protagonisti dell’impresa salvezza: «La salvezza dell’anno scorso è stata come vincere il campionato; giocarsi la possibilità di andare in Serie A non è da tutti, raggiungere i playoff è una cosa unica, finalmente a Cremona li abbiamo messi in sicurezza, è stata una bella soddisfazione davanti a tanta gente».

Il raggiungimento di obiettivo playoff è un traguardo dal sapore di rivincita per il centrocampista bianconero, che prima di Ascoli stava uscendo un po’ dai radar a causa di infortuni e problemi vari: «Mi vengono ancora i brividi. Ascoli mi ha dato tutto, mi ha rimesso nella condizione di poter fare quello per cui sono nato, mi sono rimesso in gioco perché prima di venire qui volevo smettere. Mi faceva quasi schifo questo mondo, poi per fortuna l’Ascoli e anche Ciro Polito hanno creduto in me e mi hanno dato questa possibilità, poi sono stato bravo io, insieme a squadra, staff, tutti, a ritrovare la felicità in questo mondo. Tutto questo mi ha fortificato perché penso che sia fondamentale apprezzare quello che facciamo, sono molto contento di fare i play off».

Chiosa finale sulla sfida contro la Ternana e sui tifosi: «E’ molto importante far bene perché vogliamo giocarci il primo turno in casa, affronteremo la Ternana come se fosse una partita da play off perché poi giocheremo subito, qualche giorno dopo, sarà importante approcciarsi bene e prendere fiducia per lo sprint finale, daremo tutto come sempre, proveremo a vincere questa partita. Sarà un’atmosfera bellissima, poi quando la partita è di sera è l’ideale, ti senti più ‘giocatore’, penso che i tifosi daranno quel qualcosa in più, anche se non mancano mai. Sono la nostra forza in più, il dodicesimo uomo in campo, spero e sono convinto che venerdì sarà la prima battaglia per poi fare bene ai play off».




© RIPRODUZIONE RISERVATA


Torna alla home page


Per poter lasciare o votare un commento devi essere registrato.
Effettua l'accesso oppure registrati




X