Quantcast
facebook rss

Ascoli, sfumato Maistro: per Bellusci e Tsadjout occorre giocare d’anticipo

SERIE B - I bianconeri non vogliono che per difensore e attaccante si ripeta la stessa situazione vissuta con il trequartista in procinto di accasarsi alla Spal dell’ex Lupo. Nei prossimi giorni il diesse Valentini cercherà di intensificare i contatti con Monza e Milan, club proprietari dei due cartellini
...

 

di Salvatore Mastropietro

 

Le indiscrezioni degli ultimi giorni sono state confermate. Nonostante la volontà espressa da Ascoli e calciatore nelle ultime settimane, Fabio Maistro non giocherà con il Picchio nel prossimo campionato. Fabio Lupo, ex direttore sportivo bianconero attualmente alla Spal, ha convinto la Lazio sulla base di un trasferimento a titolo definitivo.

 

In terra estense il classe 1998 avrà un ruolo fondamentale nel 4-3-1-2 di mister Venturato, che fa della pedina del trequartista uno dei perni caratteristici del proprio gioco. Nella stagione vissuta all’ombra delle Cento Torri Maistro ha collezionato 31 presenze complessive e messo a segno 3 reti condite da 6 assist, agendo prevalentemente dietro le due punte e da mezz’ala sinistra (prima dell’addio di Sabiri a metà campionato).

 

Adesso l’Ascoli deve fare il possibile per far sì che ciò che si sta avverando nella situazione di Maistro non avvenga anche con Giuseppe Bellusci e Frank Tsadjout, gli altri due calciatori con il prestito in scadenza che il direttore sportivo Marco Valentini ha annunciato di voler riportare subito in bianconero.

 

Per il difensore nativo di Trebisacce, ma ascolano a tutti gli effetti, la strada non sembra particolarmente complicata. La volontà del calciatore c’è, così come quella del club di Corso Vittorio Emanuele. Ciò che manca – e non è un aspetto di poco conto – è la quadra dal punto di vista economico, soprattutto con il Monza, che detiene il cartellino del classe 1989. La speranza è quella di chiudere al più presto l’operazione per far sì che il calciatore si aggreghi fin da subito al gruppo di Cristian Bucchi.

 

Per quanto riguarda Tsadjout, invece, ci sarà probabilmente da attendere un po’ più di tempo. Il Milan, club proprietario del cartellino del calciatore, sta infatti affrontando alcuni rallentamenti nella programmazione del proprio calciomercato, in entrata e in uscita, a causa di motivi dirigenziali. Una volta che saranno risolti questi problemi l’Ascoli è pronto ad entrare nel merito della trattativa. L’intenzione è quella di ingaggiare l’attaccante a titolo definitivo per metterlo subito al centro del progetto Bucchi, che ha già affermato di aver gran voglia di allenarlo per cercare di tirare fuori le sue potenzialità ancora inespresse. Tutto fa pensare ad una positiva riuscita dell’operazione, ma nel calciomercato – si sa – non si può dare mai nulla per scontato.




© RIPRODUZIONE RISERVATA


Torna alla home page


Per poter lasciare o votare un commento devi essere registrato.
Effettua l'accesso oppure registrati




X