Quantcast
facebook rss

Ascoli, tre gare in sette giorni: dal Como al Genoa, una settimana che può dire molto

SERIE B - Prosegue il lavoro al “Picchio Village” agli ordini di mister Bucchi. Contro i lariani si aprirà un piccolo tour de force che potrà dire molto sulle reali ambizioni dei bianconeri, che vogliono anche sfruttare le due gare casalinghe
...

di Salvatore Mastropietro

 

Prosegue a gran ritmo in casa Ascoli la preparazione in vista del prossimo impegno di campionato, in programma domenica 4 dicembre alle ore 15 al “Del Duca” contro il Como. Nella mattinata di oggi, giovedì, la squadra è scesa in campo al “Picchio Village” agli ordini di Cristian Bucchi per una seduta incentrata su esercizi preventivi in palestra, riscaldamento tecnico, esercitazione tattica e partita. Il lavoro proseguirà domani con un allenamento in programma alle ore 11.

 

(foto Ascoli Calcio)

Nella mente dello staff tecnico c’è ovviamente la sfida contro il Como, ma è chiaro che un pensiero stia andando anche alle due partite successive che l’Ascoli dovrà affrontare nel corso della settimana. Giovedì 8 dicembre, infatti, i bianconeri saranno di scena all’Arena Garibaldi-Romeo Anconetani di Pisa contro la formazione di Luca D’Angelo, un avversario spesso ostico per la compagine picena. Tre giorni dopo, 11 dicembre, al “Del Duca” arriverà invece il Genoa, quella che resta sulla carta la rosa più attrezzata e completa dell’intero campionato. Saranno tre match molto importanti a questo punto del campionato per avere una conferma sulle reali ambizioni del Picchio.

 

I bianconeri sperano di recuperare Falasco (foto Ascoli Calcio)

Anche in vista delle gare successive, a partire dalla gara contro il Como sarà particolarmente importante sfruttare in profondità tutte le alternative a disposizione. Mister Bucchi spera di recuperare Falasco, Gondo e Donati, tutti e tre alle prese con qualche acciacco muscolare di troppo. Due buone notizie per il tecnico bianconero sono arrivate dal progressivo miglioramento di forma di Ciciretti e anche dall’’accoglimento del ricorso presentato contro la squalifica di Collocolo. Quest’ultimo parte avvantaggiato nelle gerarchie iniziali, ma il fantasista classe 1993 porta in dote caratteristiche molto preziose. Un discorso simile può essere fatto per Bidaoui, che al netto dei problemi fisici ha senz’altro reso al di sotto delle aspettative.

 

Un altro tema importante in vista del piccolo tour de force che prenderà il via contro il Como sarà quello del miglioramento del rendimento casalingo. Le due gare in casa a distanza di una settimana sono un elemento da sfruttare a tutti i costi, come evidenziato anche da Mirko Eramo nell’intervista di metà settimana. Il “Del Duca” di certo non farà mancare il proprio supporto: anche per via degli orari più comodi ci si aspetta un’ottima affluenza sugli spalti e, di conseguenza, una spinta importante affinché l’impianto piceno torni ad essere un vero fortino.




© RIPRODUZIONE RISERVATA


Torna alla home page


Per poter lasciare o votare un commento devi essere registrato.
Effettua l'accesso oppure registrati




X