Quantcast
facebook rss

Ternana-Ascoli, Dionisi: «Fischi meritati. Rinnovo? Aspetto segnali dalla società»

SERIE B - Il capitano bianconero fa mea culpa: «In campo siamo troppo bassi, serve più coraggio. Il mio futuro? Mi piacerebbe chiudere la carriera qui, ma ho 35 anni e devo valutare le offerte che arrivano». Il giovane Re all'esordio: «Ho cercato di dare una mano senza timori»
...

 

di Salvatore Mastropietro

 

C’era capitan Federico Dionisi a capitanare il gruppo sotto il settore ospiti inferocito al termine di Ternana-Ascoli. E proprio il numero 9 bianconero ha fatto “mea culpa” a nome del gruppo dalla sala stampa del “Libero Liberati”.

 

Capitan Dionisi (foto Ascoli Calcio)

«Questa sconfitta brucia – ha dichiarato Dionisi -, è la prima del girone di ritorno, dispiace per i tifosi che meritavano qualcosa di più. Abbiamo fatto un primo tempo sotto tono, nella ripresa c’è stata la reazione, ma siamo stati un po’ sfortunati. Non basta, bisogna fare di più, bisogna essere più coraggiosi e padroni dei nostri mezzi. Se stai basso e non riparti mai non crei mai pericoli agli avversari. Nelle ultime partite la nostra difficoltà è dovuta al baricentro, accompagniamo poco e molte volte noi attaccanti non teniamo palla come dovremmo. C’è da stare zitti e lavorare e continueremo a farlo. I fischi dei tifosi sono giusti, dobbiamo rimanere ludici e concentrati. A Ferrara sarà difficile e la prepareremo con un pizzico di cattiveria in più. Il mio contratto? Stiamo parlando con la società, sono arrivate delle offerte e non nascondo che aspetto dei segnali da parte della società. Questa piazza per me ha la priorità, ma io ho 35 anni e devo valutare tutto perché delle offerte le sto ricevendo. Mi piacerebbe chiudere la carriera qui, ma vedremo».

 

Alessio Re (foto Ascoli Calcio)

La gara odierna resterà sicuramente indimenticabile per Alessio Re, che ha raggiunto il traguardo dell’esordio in Serie B e lo ha fatto con uno scampolo di partita di buona fattura. «Ringrazio il mister e lo staff che mi hanno dato questa opportunità, è andata bene dal punto di vista personale ma siamo dispiaciuti per il risultato finale. Ho cercato di mettere in campo quello che mi ha chiesto il mister senza timori nè pressioni. La prima parte di gara è stata difficile per noi, ma nella ripresa abbiamo saputo reagire».

 




© RIPRODUZIONE RISERVATA


Torna alla home page


Per poter lasciare o votare un commento devi essere registrato.
Effettua l'accesso oppure registrati




X