Quantcast
facebook rss

Ascoli, summit a Roma dopo la sconfitta di Terni: «Al lavoro in silenzio e con serietà»

SERIE B - All'indomani della sfida del "Liberati" mister Bucchi e il diesse Valentini hanno incontrato Pulcinelli per fare il punto della situazione, alla presenza anche di Neri, Verdone e De Santis. Al "Picchio Village" si comincia a mettere nel mirino la Spal: la speranza è tesserare Proia prima possibile vista l'emergenza a centrocampo
...

 

di Salvatore Mastropietro

 

La sconfitta arrivata al “Liberati” contro la Ternana ha riportato dopo diverso tempo aria di contestazione in casa Ascoli. Nel mirino è finito in primis mister Cristian Bucchi, colpevole secondo molti di aver accantonato tutto ciò che aveva ereditato in estate da Andrea Sottil, ma non sono mancate critiche neanche agli indirizzi di società e dirigenza. Le risposte da parte delle persone in questione potranno arrivare solo tramite fatti, in particolare tramite un netto cambio di passo a livello di risultati e prestazioni (per quanto riguarda l’allenatore) e tramite interventi mirati ed efficaci in sede di mercato.

 

L’immagine postata dal patron Pulcinelli dopo l’incontro tenutosi a Roma

Da parte della società non sono arrivati commenti dopo la sconfitta di Terni. Nonostante il clima diffuso e abbastanza condiviso nell’ambiente, tuttavia, trapela fiducia nell’operato della gestione tecnica affidata a Cristian Bucchi e Marco Valentini. Entrambi ieri hanno raggiunto Roma per partecipare ad una riunione in cui si è fatto il punto della situazione a pochi giorni da una sfida a dir poco fondamentale come quella contro la Spal, in programma sabato alle ore 14 a Ferrara.

 

Hanno partecipato al summit il patron Massimo Pulcinelli, il presidente Carlo Neri, il direttore generale Domenico Verdone e il responsabile delle relazioni esterne e istituzionali Massimo De Santis. A corredo dell’immagine dell’incontro, postata dal patron, la frase «Al lavoro come sempre, in silenzio e con la solita serietà!».

 

Mendes e Botteghin in azione al “Picchio Village” (foto Ascoli Calcio)

Sul campo intanto l’Ascoli ha cominciato a mettere nel mirino la Spal. Dopo il lavoro defaticante svolto ieri, stamane i titolari della sfida di Terni hanno svolto attivazione coordinativa e lavori metabolici. Tutti gli altri sono stati impegnati in azione motoria, circuito di forza in palestra, esercizi di forza funzionale in campo e partite a tema. Domani alle 11 altra sessione di lavoro al “Picchio Village”, sempre rigorosamente a porte chiuse.

 

Bucchi spera di avere presto a disposizione Federico Proia, che sarà di fatto il primo rinforzo del mercato invernale. Se nelle prossime ore saranno definiti tutti i dettagli con il Vicenza (club proprietario del cartellino), il classe 1996 sarà arruolabile per la trasferta di Ferrara. Al “Paolo Mazza” l’Ascoli dovrà affrontare una situazione non semplice a centrocampo, considerando l’infortunio (per fortuna non grave) occorso a Caligara.

 

DIFFIDATI – Il giudice sportivo, dopo i cartellini gialli di Terni, ha inserito nell’elenco diffidati Giovane e Simic, ammoniti per la quarta volta da inizio stagione. Si aggiungono a Dionisi, Eramo e Gondo.




© RIPRODUZIONE RISERVATA


Torna alla home page


Per poter lasciare o votare un commento devi essere registrato.
Effettua l'accesso oppure registrati




X