Quantcast
facebook rss

«La ripartenza è iniziata,
a settembre scuola in presenza»

FASE 3 - Il premier Conte annuncia i prossimi passi: dagli stati generali dell'economia, alla riforma del fisco, fino al ritorno tra i banchi
...

 

Il premier Giuseppe Conte

 

«La ripartenza è iniziata: dati incoraggianti, ora riforma del fisco. A settembre riparte la scuola in presenza».

A dirlo il premier Giuseppe Conte nel corso di una conferenza stampa.

«A distanza di circa un mese dal 4 maggio i numeri, possiamo dirlo con relativa prudenza ma con chiarezza, sono incoraggianti. Ora possiamo ripartire».

Il premier Giuseppe Conte ha annunciato anche gli stati generali dell’Economia a partire da lunedì.

Lanciando una frecciata a Confindustria: «Da Bonomi parole infelici – dice – Confindustria non si limiti a chiedere meno tasse».

Sul turismo: misure economiche e progetti che serviranno a rilanciare l’Italia nonostante il periodo di crisi dovuto al lockdown e il turismo è qualcosa su cui puntare: «la bellezza dell’Italia non è mai andata in quarantena».

Per attrarre i turisti stranieri servirà anche un miglioramento delle infrastrutture e si procederà con «il miglioramento della rete ferroviaria, perchè attualmente la rete è inaccettabile».

Secondo il premier questa crisi sarà un modo per superare i problemi strutturali del Paese.

Ma come? Innanzitutto, per aiutare gli italiani e gli imprenditori in difficoltà, «stiamo intervenendo per pagare di più bonus e ammortizzatori sociali».

Il presidente Conte ha detto inoltre che  ci sarò la riforma del fisco «l’ultima riforma fiscale è di cinquant’anni fa: serve una reale progressività coniugando lotta al sommerso per restituire risorse a tutti i contribuenti. Sicuramente ci metteremo nella condizione di fare pagare tutti e tutti meno».

Altro punto ,molto atteso, riguarda la scuola: «A settembre si riaprirà e si tornerà alla didattica in presenza. Dobbiamo fare di tutto per ripristinare una fase di normalità. Ci aspettiamo aule rinnovate e conformi a settembre  – ha aggiunto – ci sono le risorse e abbiamo introdotto l’aspetto normativo».

 



Articoli correlati


© RIPRODUZIONE RISERVATA


Torna alla home page


Per poter lasciare o votare un commento devi essere registrato.
Effettua l'accesso oppure registrati




X