facebook rss

Circo bloccato ad Ascoli,
a Natale le famiglie
non saranno sole:
poi spettacoli in streaming

ASCOLI - Le norme anti Covid hanno impedito ai circensi dell'Orfei Madagascar di lasciare la città da oltre un mese. Tante le iniziative messe in campo da Diocesi, Comune, le parrocchie dei Santi Simone e Giuda e Santa Rita. Per contraccambiare, due spettacoli il 26 dicembre e il 6 gennaio, alle ore 16, in diretta streaming sul canale youtube della parrocchia Monticelli
...

Il Circo Orfei Madagascar ormai da oltre un mese e mezzo, è bloccato ad Ascoli, tra Monticelli e Brecciarolo. Si tratta di 70 persone (19 nuclei familiari) tra cui 12 bambini in età scolare o prescolare, che non si possono muovere in ragione delle regole anti contagio da Coronavirus.

Le parrocchie ascolane dei Santi Simone e Giuda e di Santa Rita in questo periodo natalizio, in stretta collaborazione con la Caritas diocesana, si sono attivate per aiutare queste persone.

Non appena la Caritas diocesana ha segnalato la situazione di difficoltà è partita una raccolta di alimenti presso gli esercizi commerciali del quartiere e direttamente in parrocchia.

C’è stata una risposta di grandissima generosità e in una ventina giorni, sono stati raccolti generi alimentari e prodotti per l’igiene per un valore commerciale (stimato dalla Caritas) di circa 2.500 euro. La raccolta sta continuando.

D’accordo con il Consiglio pastorale parrocchiale e la Caritas parrocchiale e la Conferenza San Vincenzo della parrocchia si è deciso di offrire il pranzo di Natale ai componenti del circo e a famiglie bisognose della comunità lanciando un crowdfunding sulla piattaforma GoFundMe con una tombola solidale: basta un click per aderire sulla Piattaforma: https://www.gofundme.com/f/fumnx-natale-solidale. Immediata la risposta molto generosa non solo sul web ma anche attraverso donazioni dirette in parrocchia per cui domenica scorsa sono state fatte le prime quattro estrazioni (ovviamente in streaming sul canale You Tube Parrocchia Monticelli) e nei prossimi giorni, man mano che ci saranno ulteriori offerte, ce ne saranno delle altre. Il pranzo di Natale sarà per 110 persone.

Sarebbe stato bello (e all’inizio si era pensato così) se fossero state le singole famiglie a preparare il pasto (mettendosi d’accordo: chi l’antipasto, chi il primo e così via) ma poi ci si è resi conto che non sarebbe stato prudente da un punto di vista sanitario causa l’emergenza Covid19 per cui ci si è avvalsi della collaborazione di due ristoranti del territorio (Mister Ok e Green Park) che faranno un catering il giorno di Natale consegnando i pasti nell’area dove staziona il Circo insieme a 3-4 giovani rappresentanti della comunità, il vescovo di Ascoli Domenico Pompili e un rappresentante della Caritas diocesana mentre le famiglie della parrocchia andranno a ritirarlo nei locali parrocchiali. Veramente una grande provvidenza e una grande generosità che fa affermare: «Gesù sta nascendo veramente in una comunità che lo accoglie stringendosi intorno ai fratelli e sorelle meno fortunati».

Un’altra esigenza che si è manifestata è la necessità di avere del gasolio per il riscaldamento delle case viaggianti e degli animali. Attraverso una donazione di 2.000 euro è stato possibile rifornire una buona quantità di gasolio che permetterà il riscaldamento per i prossimi 15-20 giorni.

Comunque la carità cristiana non è mai a senso unico ma apre alla logica della reciprocità per cui gli amici del circo offriranno le loro capacità artistiche (ci sono artisti di primissimo livello sul piano internazionale) proponendo due spettacoli rivolti in particolare ai bambini il giorno di Santo Stefano, 26 dicembre e il giorno dell’Epifania, 6 gennaio, alle ore 16.

Gli spettacoli, presentati da Stefania Mistichelli e Marco Regnicoli, sono resi possibili grazie alla generosità dello staff del Palafolli che metterà a disposizione il loro teatro: ovviamente saranno in forma ridotta. Probabilmente solo giocolieri, contorsionisti, equilibristi  senza animali o altre cose più impegnative ma adatto ai bambini.

Siccome i piccoli spettatori non potranno recarsi al circo per assistervi, saranno trasmessi in diretta in diretta sul canale youtube della parrocchia Monticelli. Non mancheranno inserti, girati nei giorni precedenti con riprese degli animali del Circo e numeri di trapezisti e domatori con immagini di repertorio.

Questa attività si affianca a quanto sta facendo la Caritas diocesana e tutta la comunità civile e in particolare il Comune di Ascoli che, attraverso l’assessorato ai servizi sociali, si è occupato di coinvolgere la Coldiretti che sta rifornendo paglia e fieno per gli animali, il mattatoio, che ha fornito gli avanzi di macellazione per i carnivori. Infine Ecoinnova che va regolarmente a ritirare gratuitamente i rifiuti.

In sintesi è’ tutta la comunità ascolana che si è fatta carico di questi fratelli e sorelle in difficoltà.



Articoli correlati


© RIPRODUZIONE RISERVATA


Torna alla home page


Per poter lasciare o votare un commento devi essere registrato.
Effettua l'accesso oppure registrati




X