Quantcast
facebook rss

L’Ascoli va a caccia dell’impresa
al “Via del Mare” nell’anticipo del venerdì

SERIE B - La sfida tra bianconeri e salentini aprirà la seconda giornata di ritorno. Mister Sottil e i suoi vogliono sfruttare l'entusiasmo derivante dalla vittoria in rimonta contro il Brescia. Prima convocazione per i nuovi arrivati Parigini, Mosti e Caligara. Corini all'andata ebbe la meglio su Bertotto, ma per domani avverte: «Si sono rinforzati dal mercato e con il nuovo tecnico hanno perso solo una partita». Arbitra Marchetti, calcio d'inizio alle ore 21
...

di Salvatore Mastropietro

A cinque giorni dalla bella vittoria in rimonta sul Brescia, in casa Ascoli è già tempo di vigilia. Domani sera, venerdì 5 febbraio alle ore 21, la squadra bianconera sarà di scena al “Via del Mare” di Lecce nell’anticipo della seconda giornata di ritorno del campionato di Serie B. I tre punti conquistati sabato hanno dato un bello slancio agli uomini di Sottil, che si sono finalmente schiodati dall’ultimo posto in classifica, ora occupato dal Pescara.

Andrea Sottil

L’avversario di domani è tutt’altro che agevole. La formazione di Eugenio Corini è una delle più attrezzate del campionato ed ha come obiettivo quello del ritorno in A. Nonostante ciò, i pugliesi non hanno mai trovato la continuità necessaria per restare stabilmente nelle prime posizioni. La partita dell’andata, quando i salentini espugnarono il “Del Duca” per 0-2, deve essere per l’Ascoli un lontano ricordo.

Da quando Andrea Sottil si è seduto sulla panchina bianconera la musica sembra cambiata e l’Ascoli ha dimostrato di potersela giocare con chiunque. Prestazioni come quelle contro Spal, Empoli e Chievo devono essere la via maestra per il Picchio, che vuole cercare anche domani di portare a casa punti pesanti.

I bianconeri scesi in campo per Ascoli-Brescia

QUI ASCOLI – Le cronache sportive degli ultimi giorni sono state occupate principalmente dal calciomercato, terminato nella giornata di lunedì. Degli ultimi quattro arrivati (Caligara, Mosti, Parigini e Charpentier) sono l’attaccante francese di proprietà del Genoa non sarà a disposizione di mister Sottil, che può adesso contare su un gruppo completo in praticamente tutte le posizioni. Oltre all’ex Reggina mancherà anche Cangiano, che non ha ancora smaltito del tutto il problema muscolare al polpaccio accusato alla vigilia della sfida col Brescia.

Sottil dovrà fare i conti anche con la squalifica di Marcel Buchel, ma l’innesto di Danzi – già entrato pienamente nei meccanismi della squadra – permetterà di rimediare al meglio. La squadra viene da giorni di allenamenti abbastanza intensi, in cui lo staff tecnico ha continuato ad insistere sugli aspetti tattici per continuare a migliorare dal punto di vista dell’amalgama.

Verrà molto probabilmente riproposto il 4-3-1-2 visto all’opera nelle ultime partite. Inamovibile tra i pali Nicola Leali, così come la coppia formata da capitan Riccardo Brosco e da Danilo Quaranta, fresco di rinnovo di contratto fino al 2023. A completare il reparto ci saranno Pucino e Kragl, con quest’ultimo in vantaggio nel ballottaggio con D’Orazio. A centrocampo da vertice basso agirà Danzi con Eramo e Saric a sui lati. Sulla trequarti Sabiri è al momento leggermente favorito su Bidaoui, apparso in netta crescita nel secondo tempo dell’ultima partita. In avanti, invece, pochissimi dubbi sulla coppia Dionisi-Bajic che guiderà l’attacco.

In tutto sono 23 i calciatori partiti alla volta di Lecce: Bolletta, Leali, Sarr, Avlonitis, Brosco, Corbo, D’Orazio, Kragl, Pinna, Pucino, Quaranta, Caligara, Danzi, Eramo, Mosti, Sabiri, Saric, Bajic, Bidaoui, Dionisi, Parigini, Simeri, Stoian. Assente per squalifica Buchel, così come il tecnico Sottil che dovrà seguire i suoi dalla tribuna.

Corini, allenatore del Lecce

QUI LECCE – Il Lecce occupa attualmente la settima posizione in classifica con 31 punti conquistati. La squadra di Eugenio Corini è reduce da sei risultati utili consecutivi, ma in passato troppo spesso è stato bloccato dalla cosiddetta “pariggite” (ben 10 su 20 partite disputate). I salentini stanno cercando di trovare continuità, sia dal punto di vista dei risultati sia dal punto di vista del rendimento dei singoli. Uomo di punta della formazione pugliese è senz’altro Massimo Coda, capocannoniere del campionato con 11 reti al pari di Leonardo Mancuso della capolista Empoli. I giallorossi potranno anche contare sull’esperienza aggiunta in sede di mercato con gli innesti di Fabio Pisacane e Christian Maggio.

Eugenio Corini ha avvertito i suoi dei pericoli rappresentati dalla partita di domani: «L’Ascoli è una squadra tosta, ha cambiato tanto nel mercato ma con Sottil ha conquistato ottimi risultati, perdendo solo a Cittadella. Hanno calciatori importanti come Bidaoui e Dionisi, ma noi vogliamo tornare alla vittoria. Mi aspetto una partita aperta, noi vogliamo praticare un calcio di qualità e allo stesso tempo di equilibrio. Domani voglio vedere un pizzico di follia». La lista dei convocati per quanto riguarda il Lecce non è stata ancora comunicata. Corini scioglierà le ultime riserve solamente al termine della sessione di allenamento in programma domani mattina.

LE PROBABILI FORMAZIONI

LECCE (4-3-1-2): Gabriel; Maggio, Lucioni, Pisacane, Zuta; Nikolov, Hjiulmund, Bjorkengren; Mancosu; Stepisnki, Coda. Allenatore: Corini.

ASCOLI (4-3-1-2): Leali; Pucino, Brosco, Quaranta, Kragl; Eramo, Danzi, Saric; Sabiri; Bajic, Dionisi. Allenatore: Sottil.

Arbitro: Marchetti di Ostia Lido (assistenti Vecchi e Scatragli, quarto ufficiale Camplone).

Stadio: Via Del Mare, ore 21.




© RIPRODUZIONE RISERVATA


Torna alla home page


Per poter lasciare o votare un commento devi essere registrato.
Effettua l'accesso oppure registrati




X