Quantcast
facebook rss

Samb, la carica di Montero
in vista del Modena:
«Non possiamo sbagliare
l’approccio mentale»

SERIE C - L'allenatore: «L’obiettivo è creare tante occasioni come contro l’Imolese, però con più concentrazione, e non commettere errori che ci possono costare caro». Botta al fianco di Lescano. Arbitra Carella di Bari, quello del gol irregolare di Scappini a Reggio Emilia che gli costò tre turni di sospensione
...

di Benedetto Marinangeli

«Andiamo ad affrontare un Modena in salute e molto esperto e quindi non possiamo sbagliare l’approccio. Sono convinto che non accadrà». Testi e musica di Paolo Montero alla vigilia della trasferta in terra emiliana. Al “Braglia” la Samb non vince da 34 anni da lontano campionato di Serie B 1986-1987. Anche la cabala va contro i rossoblù. Ma Paolo Montero non si fa irretire dai numeri ed aggiunge. «L’obiettivo è creare tante occasioni come contro l’Imolese, però con più concentrazione e soprattutto non commettere errori che ci possono costare caro».

Nel post Imolese alcune dichiarazioni di Montero che aveva detto di avere visto una buona Samb avevano scatenato la contestazione dei supporters rossoblù. «Penso – analizza il tecnico uruguagio – che sia giusto che i tifosi non siano d’accordo con me. Rispetto sempre chi critica. Ho parlato di una delle migliori prestazioni perché noi abbiamo creato almeno 8 palle gol senza concedere occasioni agli avversari. I gol subìti sono arrivati da errori individuali. Ovvio che qualche tifoso possa pensare che io sono fuori di testa, ma abbiamo rivisto la partita e sono convinto che sia così.

Montero

Questo non vuol dire che sono felice. Nella prima parte di stagione la critica era che non creavamo abbastanza occasioni. Adesso per fortuna quel problema non c’è più, però abbiamo perso punti importanti che non torneranno. Non sono tornato a San Benedetto per passeggiare, io sono qui per cercare la gloria. Posso piacere o non piacere, ma ai tifosi io dico che sono qui per fare bene. Sono sincero quando dico che ho trovato una Samb in salute sia mentalmente che fisicamente».

Però Il post Imolese, però, potrebbe avere lasciato strascichi psicologici in alcuni calciatori, fondamentali nello scacchiere disegnato da Montero. In particolar modo nel portiere Tommaso Emanuele Nobile al terzo errore decisivo nelle ultime quattro partite e nel capitano pro tempo Dario D’Ambrosio.

«Abbiamo parlato molto in questi giorni – dice Montero – con qualcuno individualmente e poi oggi con il gruppo. Non possiamo più commettere certi errori perché nel girone di ritorno le partite sono molto più dure ed è difficile rimediare. La classifica sta diventando sempre più corta e si rischia di non raggiungere l’obiettivo dei playoff».

Sui singoli ecco il Montero-pensiero. «Stefano Visi ha parlato con Nobile e gli ha spiegato cosa significa giocare con la Samb e conseguentemente andare incontro alle critiche. A San Benedetto si vive di calcio tutta la settimana, con Stefano che lo tiene tranquillo. Io ho parlato con D’Ambrosio. A dire la verità non ho visto tutti gli errori che gli vengono rimproverati. Ho rivisto i gol presi e non è stato lui il responsabile».

Per quanto riguarda la formazione che affronterà il Modena tutto è top secret. Possibile lo spostamento di Botta più avanti rispetto la posizione occupata mercoledì scorso dietro le due punte. Montero è eloquente in tal senso. «L’idea – spiega – è di far giocare Botta più avanti. Siamo andati a vedere le sue partite in Argentina. Lui predilige partire da lontano per poi costruirsi le occasioni. Spesso ha giocato partendo dalla fascia destra per poi muoversi liberamente. Sono dell’idea che i giocatori vadano messi nella posizione in cui sono più a loro agio. Per esempio Fazzi può giocare anche come esterno a sinistra, ma potrebbe farlo in situazioni che lo richiedono, ma è più a suo agio sulla fascia destra».

A VOLTE RITORNANO – Modena-Samb sarà diretta da Luigi Carella di Bari. Si proprio quel Carella che il 3 novembre 2019, sulla panchina rossoblù c’era sempre Paolo Montero, convalidò il gol vittoria di Scappini al 96′ dopo avere platealmente caricato il giovane portiere Fusco spostandogli il braccio.

Fu, comunque una direzione a senso unico dopo la rete del vantaggio rossoblù firmato da Orlando. Per quell’errore Carella fu fermato per tre turni. Ed ora eccolo di nuovo ad incrociare la Samb e sempre in terra emiliana. Una decisione da parte del designatore non proprio oculata.

 

 




© RIPRODUZIONE RISERVATA


Torna alla home page


Per poter lasciare o votare un commento devi essere registrato.
Effettua l'accesso oppure registrati




X