facebook rss

Ascoli: col Pordenone in palio punti pesanti,
Sottil chiede una grande reazione

SERIE B - Il Picchio sabato a caccia di riscatto contro i ramarri dopo le due sconfitte consecutive con Reggiana e Salernitana. Il tecnico conferma il 4-3-1-2: possibile turno di riposo per Quaranta, chance per Danzi. L'ex Tesser si attende una prestazione importante dai suoi: «Sarà una partita bella e intensa». Calcio d'inizio alle 14, arbitra Maggioni

Sarà ancora Dionisi a guidare l’attacco

di Salvatore Mastropietro

Quella di domani, sabato 27 febbraio, contro il Pordenone è senz’altro una partita da non fallire per l’Ascoli. Al “Teghil” di Lignano Sabbiadoro, quartier generale dei ramarri per le partite casalinghe, i bianconeri hanno l’occasione di riscattare le due sconfitte consecutive arrivate negli ultimi due turni contro Reggiana e Salernitana. Portare via punti pesanti dal Friuli sarebbe fondamentale per rilanciare in maniera importante la propria corsa verso la salvezza, in una lotta che si preannuncia piuttosto accesa.

Di fronte l’Ascoli troverà un avversario come quello allenato dall’ex di turno Attilio Tesser reduce anch’esso da due passi falsi consecutivi. I neroverdi si trovano attualmente in linea con gli obiettivi del precampionato nella classica situazione di mezzo, a cinque punti di distanza dalla zona playoff e a sei punti di vantaggio su quella playout. Sia Andrea Sottil che Attilio Tesser si aspettano molto dalle rispettive squadre, ma è soprattutto il tecnico piemontese ad aver chiesto una convinta reazione ai suoi. All’andata i ramarri espugnarono il “Del Duca” con una grande prestazione, ma domani la storia dovrà essere diversa.

L’Ascoli sceso in campo nell’ultima sfida

QUI ASCOLI – Le due sconfitte consecutive contro Reggiana e Salernitana hanno smorzato un po’ gli entusiasmi delle precedenti settimane in casa bianconera. Dal punto di vista delle prestazioni il vero passo falso è stato fatto solo nella sfida casalinga contro i campani di Castori. Per questo il Picchio dovrà reagire fin da subito e riprendere quanto fatto nel primo mese e mezzo della gestione di Andrea Sottil. Dirigenza e staff tecnico hanno deciso di anticipare di un giorno – giovedì 25 febbraio – la partenza alla volta di Lignano Sabbiadoro per cementare ulteriormente il gruppo.

Per la sfida di domani il tecnico 47enne dovrà fare i conti con qualche assenza abbastanza pesante. Oltre agli squalificati Sabiri e Simeri, sono stati costretti al forfait Bidaoui, Kragl e Parigini. Quest’ultimo era destinato alla prima maglia da titolare della sua avventura bianconera, ma è stato fermato da un risentimento all’adduttore accusato giovedì.

Danzi potrebbe spuntarla su Buchel

Davanti all’inamovibile Leali, Sottil sta valutando di concedere un turno di riposo a Quaranta, apparso abbastanza appannato nelle ultime uscite. Al suo posto è pronto Corbo a far coppia con Brosco. Sugli esterni bassi le scelte ricadranno su Pucino e D’Orazio. A centrocampo il tecnico piemontese deve ancora sciogliere un paio di dubbi: Danzi è in leggero vantaggio su Buchel, mentre Eramo potrebbe spuntarla su Caligara. Il centrocampista pugliese è anche in ballottaggio con Mosti per la posizione da trequartista. In avanti probabile la riproposizione della coppia Dionisi-Bajic.

In tutto sono 21 i calciatori a disposizione per la sfida contro il Pordenone: Leali, Sarr, Venditti, Avlonitis, Brosco, Corbo, D’Orazio, Pinna, Pucino, Quaranta, Buchel, Caligara, Danzi, Eramo, Lico, Mosti, Saric, Bajic, Cangiano, Dionisi, Stoian.

L’ex Tesser

 

QUI PORDENONE – La partita contro l’Ascoli sarà molto significativa per quanto riguarda gli obiettivi del prosieguo di stagione. Un successo rilancerebbe le ambizioni playoff, mentre un passo falso – dopo quelli contro Cittadella e Reggina – farebbe capire tutt’altro. Nelle ultime due partite la formazione friulana ha fatto i conti con alcune difficoltà realizzative, colmate nella prima parte di stagione dall’exploit di Diaw poi ceduto al Monza.

Non sarà vicino alla squadra il tecnico Attilio Tesser, che dovrà scontare una giornata di squalifica. L’allenatore, ex di turno, ha presentato così nelle dichiarazioni prepartita la partita e l’avversario di domani: «Con l’Ascoli serve quindi una prestazione importante. Dobbiamo rispondere presenti su tutti gli aspetti e essere vicini ai massimi livelli. Loro sono una squadra ben compatta e organizzata, che se la gioca con tutti e con gli innesti di gennaio ha acquisito fiducia. Mi aspetto una partita bella, aperta e molto intensa».

Sono 23 i calciatori convocati da Tesser per la sfida contro i bianconeri: Bindi, Passador, Perisan, Barison, Berra, Camporese, Chrzanowski, Falasco, Stefani, Vogliacco, Biondi, Magnino, Mallamo, Misuraca, Rossetti, Zammarini, Banse, Butic, Ciurria, Morra, Musiolik.

LE PROBABILI FORMAZIONI

PORDENONE (4-3-1-2): Perisan; Barison, Vogliacco, Camporese, Falasco; Magnino, Misuraca, Zammarini; Biondi; Morra, Ciurria. Allenatore: Tesser.

ASCOLI (4-3-1-2): Leali; Pucino, Brosco, Corbo, D’Orazio; Eramo, Danzi, Saric; Mosti; Bajic, Dionisi. Allenatore: Sottil.

Arbitro: Maggioni di Lecco (assistenti Mokthar e Yoshikawa, quarto ufficiale Gariglio).

Stadio: Techil, ore 14.

Serie B: scontri diretti in vetta e in coda




© RIPRODUZIONE RISERVATA


Torna alla home page


Per poter lasciare o votare un commento devi essere registrato.
Effettua l'accesso oppure registrati




X