facebook rss

Ascoli, lotta salvezza sempre più accesa:
il ritorno ai tre punti non può più aspettare

SERIE B - Nonostante il rallentamento delle ultime partite. la media-punti con mister Sottil resta positiva. Le concorrenti per la salvezza hanno aumentato i giri del motore e occorre tornare a vincere. Ripresa la preparazione al "Picchio Village" in vista della sfida di martedì col Pisa. Il ds Polito squalificato fino all'8 marzo

di Salvatore Mastropietro

Il punto raccolto sul campo del Pordenone ha permesso all’Ascoli di tornare a muovere, seppur con un passo piuttosto piccolo, la propria classifica dopo le due sconfitte consecutive rimediate contro Reggiana e Salernitana. Per riprendere con velocità la propria corsa, però, ci sarà subito bisogno di altro. Non lo hanno nascosto nel post partita mister Andrea Sottil ed uno dei punti fermi dello spogliatoio come Raffaele Pucino. Il calendario mette subito di fronte l’occasione propizia con due appuntamenti da sfruttare al massimo: martedì al “Del Duca” contro il Pisa e poi sabato sul campo dell’Entella.

Sottil (foto Ascoli Calcio)

L’obiettivo salvezza resta sicuramente alla portata e l’Ascoli di Sottil lo sta dimostrando da due mesi a questa parte. Nonostante il rallentamento delle ultime quattro gare, da quando è arrivato il tecnico piemontese, il Picchio viaggia ad una media di 1,45 punti a partita. Una media quasi da playoff, che tuttavia non permette di colmare ancora i disastri delle gestioni tecniche di Valerio Bertotto (media di 0,62) e Delio Rossi (media di 0,17). Anche le dirette concorrenti, per il resto, hanno aumentato i giri del motore in vista di un rush finale che si preannuncia più acceso che mai. La zona playout, attualmente occupata da Cosenza e Brescia, dista quattro lunghezze, mentre la prima posizione utile per la salvezza diretta è lontana sei punti. Viene da sé che l’appuntamento col ritorno ai tre punti non può più essere rimandato.

Sabiri pronto al rientro dopo la squalifica

PICCHIO VILLAGE – In vista della sfida contro il Pisa, in programma martedì 2 marzo alle ore 19 al “Del Duca”, la squadra è tornata subito in campo al “Picchio Village”. Chi ha giocato titolare a Lignano Sabbiadoro ha svolto un lavoro defaticante, per tutti gli altri allenamento regolare con partitella a campo ridotto. Per quanto riguarda l’infermeria restano da valutare le condizioni di Oliver Kragl e Soufiane Bidaoui, ormai fuori da due settimane per i problemi rispettivamente al polpaccio e alla spalla. Stesso discorso per Vittorio Parigini, out alla vigilia della sfida del “Teghil” per un affaticamento. Mister Sottil può, invece, sorridere per il rientro dalla squalifica di Abdelhamid Sabiri e Simone Simeri. Il primo si giocherà il posto sulla trequarti con Mosti, fresco del primo gol in Serie B e autore di un ottimo secondo tempo contro il Pordenone. Il secondo, invece, torna a disposizione dopo una squalifica di tre turni causata da un colpo nei confronti di Bardi del Frosinone.

Il direttore sportivo Ciro Polito

GIUDICE SPORTIVO – Dopo Pordenone-Ascoli, il giudice sportivo ha visionato il referto dell’arbitro Maggioni ed ha inflitto una squalifica di dieci giorni al direttore sportivo Ciro Polito per avere “al termine del primo tempo, nel tunnel che adduce agli spogliatoi, affrontato l’arbitro con atteggiamento intimidatorio e rivolto al medesimo espressioni offensive”. Alla squalifica si è aggiunta un’ammenda di 1.500 euro. L’episodio che ha scatenato le proteste del ds campano è stata la mancata espulsione di Chrzanowski, sottolineata anche dal patron Massimo Pulcinelli sui consueti canali social.

Serie B: Brescia-Cosenza è scontro salvezza

 




© RIPRODUZIONE RISERVATA


Torna alla home page


Per poter lasciare o votare un commento devi essere registrato.
Effettua l'accesso oppure registrati




X