facebook rss

Ascoli a Ferrara
per sfatare un tabù,
da valutare
le condizioni di Pucino

SERIE B - Nell'anticipo del venerdì sera i bianconeri saranno di scena al "Paolo Mazza", dove non hanno mai vinto in nove precedenti. All'andata Picchio vittorioso grazie alla doppietta di Sabiri. Giovedì rifinitura al "Picchio Village", poi partenza per il capoluogo estense

di Salvatore Mastropietro

Il momento decisivo della stagione è entrato ormai nel vivo e per l’Ascoli la posta in palio comincia a risultare elevatissima. Nelle cinque partite che mancato al termine della regular season i bianconeri si giocheranno tutto, partendo al momento da una posizione di relativo miglioramento rispetto a due settimane fa, quando la sconfitta di Cosenza sembrava aver complicato in maniera ingente la corsa salvezza della squadra di Sottil. Nelle ultime due partite, però, il Picchio – che ora come ora disputerebbe i playout – ha conquistato due vittorie che hanno ridato uno slancio piuttosto importante, ma la classifica cortissima ed il calendario non semplice fanno capire che l’inerzia potrebbe cambiare da un momento all’altro sia in positivo sia in negativo.

Sabiri e Sottil dopo la vittoria dell’andata

Venerdì 16 aprile alle ore 21 l’Ascoli scenderà in campo al “Paolo Mazza” di Ferrara contro la Spal nell’anticipo della 34esima giornata del campionato di Serie B.

Quello che attende i bianconeri è un impegno di certo non semplice contro una compagine che ha ritrovato fiducia ed ambizione con l’avvento di mister Massimo Rastelli in panchina. Il tecnico ex Cagliari e Avellino ha conquistato quattro risultati utili (2 vittorie e due pareggi) nelle quattro partite da allenatore degli estensi. L’ultimo successo in casa del lanciatissimo Lecce, inoltre, ha dato ancora più lustro al momento dei biancoazzurri, che vogliono confermarsi. Sarà una partita molto delicata, dunque, per la squadra di mister Sottil, che esattamente un girone fa contro l’allora squadra di Pasquale Marino iniziò il proprio cambio di passo rispetto alla prima parte di stagione con una vittoria per 2-0 (doppietta di Sabiri).

Favilli in gol nell’ultimo precedente tra Spal e Ascoli

PRECEDENTI – Il “Paolo Mazza” di Ferrara è un campo tradizionalmente ostico per l’Ascoli, che è chiamato a sfatare un tabù non avendo mai conquistato il bottino pieno in terra estense. In totale sono nove i precedenti tra Spal e Picchio presso l’impianto emiliano, il quinto in totale nel campionato cadetto.

Il bilancio parla di 4 vittorie dei padroni di casa e 5 pareggi. L’ultimo confronto risale alla stagione 2016-2017, quando la squadra allora allenata da Alfredo Aglietti riuscì a strappare un punto con quella di Semplici, che a fine campionato sarebbe stata promossa in Serie A. In quell’occasione Favilli fece assaporare il successo all’Ascoli, poi raggiunto dall’ex di turno Antenucci. L’ultimo successo spallino risale invece a due stagioni prima (2014-2015): vittoria di misura con gol di Capece sui bianconeri ridotti in dieci dall’espulsione di Addae.

PICCHIO VILLAGE – Continua nel frattempo presso il Centro sportivo la preparazione dell’Ascoli in vista della sfida di venerdì. Oggi, mercoledì 14 aprile, mister Andrea Sottil ha alternato un circuito di rapidità e un’approfondita seduta tattica. Probabile che il tecnico piemontese insista con il 4-3-1-2 visto all’opera nelle ultime partite, con Sabiri alle spalle di Dionisi e Bidaoui. Da valutare ci sono le condizioni di Pucino, sostituito nella ripresa del match col Monza per un brutto colpo alla spalla. Sia Parigini che Kragl, invece, sembrano aver smaltito i rispettivi problemi muscolari. La squadra bianconera tornerà in campo domani alle ore 10 al “Picchio Village” per la consueta rifinitura prepartita. Al termine della seduta è in programma la partenza per Ferrara.




© RIPRODUZIONE RISERVATA


Torna alla home page


Per poter lasciare o votare un commento devi essere registrato.
Effettua l'accesso oppure registrati




X