facebook rss

SERIE B AI TITOLI DI CODA L’Ascoli punta quota 47,
il Chievo vuole i playoff:
a Verona ultimo atto della stagione

DOMANI al "Bentegodi" gli ultimi 90 minuti del campionato. Dopo i festeggiamenti post salvezza, la squadra di Sottil vuole chiudere in bellezza. Out Avlonitis, diverse chance per chi ha giocato meno. L'ex Aglietti vuole blindare la qualificazione ai playoff e avverte: «Dobbiamo stare attenti, servirà concentrazione». Arbitra il teramano Di Martino, calcio d'inizio alle 14

 

di Salvatore Mastropietro

Chiudere in bellezza e raggiungere quota 47 punti in classifica. È questo, a salvezza ormai conquistata, l’obiettivo tracciato da mister Andrea Sottil alla vigilia dell’ultima gara di campionato sul campo del Chievo. La gioia ed i festeggiamenti degli ultimi due giorni devono messi momentaneamente in standby in casa Ascoli, ora chiamato ad onorare il proprio campionato dopo aver compiuto un’impresa vera e propria. Di fronte ci sarà un avversario, il Chievo, per cui la gara di domani assume un’importanza fondamentale. I veneti hanno, infatti, bisogno di tre punti per archiviare la propria qualificazione ai playoff.

La festa dell’Ascoli dopo la vittoria col Cittadella

I sette precedenti disputati allo stadio “Bentegodi” sono nettamente favorevoli ai gialloblu, vincenti in ben cinque occasioni. All’andata le squadre di Sottil e Aglietti diedero vita ad un’intensa e combattuta gara terminata sul risultato di 0-0. Domani, tra una squadra che ha bisogno di vincere ed una con la mente decisamente libera, ci si attende un match meno tirato.

QUI ASCOLI – Conquistare il bottino pieno nella gara di domani permetterebbe all’Ascoli di migliorare lo score rispetto alla passata stagione, quando i punti in classifica a fine campionato furono 46. Sebbene sia Sottil sia Pulcinelli abbiano evidenziato l’importanza di tenere alta l’asticella, al “Bentegodi” ci sarà spazio per diversi elementi della rosa poco utilizzati nell’ultimo periodo.

Sabiri e Bajic

Non è semplice ipotizzare una formazione papabile, ma la base resterà il 4-3-1-2 ormai collaudato. In porta probabile occasione per Sarr al posto di Leali, che potrebbe terminare in panchina una stagione vissuta da assoluto protagonista. In difesa, considerata l’assenza di Avlonitis, sicura chance da titolare per Quaranta, mentre al suo posto si giocano una maglia Brosco e Corbo. Sugli esterni bassi favoriti D’Orazio e Pucino, con Cacciatore probabile innesto a partita in corso. A centrocampo Danzi in cabina di regia con Eramo ed uno tra Mosti e Caligara ai lati. Diversi ballottaggi anche in avanti: davanti a Sabiri si giocheranno il posto Bajic-Dionisi-Simeri e Bidaoui-Parigini.

In tutto sono 24 i calciatori bianconeri partiti per Verona: Leali, Sarr, Venditti, Brosco, Cacciatore, Corbo, D’Orazio, Kragl, Pucino, Quaranta, Buchel, Caligara, Danzi, Eramo, Mosti, Sabiri, Saric, Bajic, Bidaoui, Cangiano, Charpentier, Dionisi, Parigini, Simeri.

Sottil e Aglietti all’andata al “Del Duca”

QUI CHIEVO – Conquistare i tre punti per raggiungere l’obiettivo playoff ed il miglior piazzamento possibile: sono questi gli imperativi per i clivensi in vista della cruciale partita di domani. Dopo una seconda parte di stagione vissuta sulle montagne russe con diversi alti e bassi, il Chievo vuole arrivare nel migliore dei modi agli spareggi della post season per continuare a sognare la massima serie.

Lo sa bene Alfredo Aglietti, che ha avvertito i suoi dei possibili pericoli rappresentati dalla sfida di domani: «Voglio fare i complimenti all’Ascoli, con Sottil nel girone di ritorno hanno fatto più punti di tutti. Dovremo stare molto attenti. Non credo ci saranno ritmi altissimi, ma dovremo giocare una partita intelligente. Conterà il giusto atteggiamento e la voglia di arrivare a un grande obiettivo».

LE PROBABILI FORMAZIONI

CHIEVO (4-4-2): Semper; Bertagnoli, Leverbe, Gigliotti, Renzetti; Garritano, Obi, Palmiero, Di Gaudio; Canotto, Djordjevic. Allenatore: Aglietti.

ASCOLI (4-3-1-2): Sarr; Pucino, Brosco, Quaranta, D’Orazio; Eramo, Danzi, Mosti; Sabiri; Bajic, Bidaoui. Allenatore: Sottil.

Arbitro: Di Martino di Teramo (assistenti Mastrodonato di Molfetta e Margani di Latina, quarto ufficiale Ros di Pordenone).

Stadio: Bentegodi, ore 14.

Serie B: gli ultimi 90 minuti della regular season




© RIPRODUZIONE RISERVATA


Torna alla home page


Per poter lasciare o votare un commento devi essere registrato.
Effettua l'accesso oppure registrati




X