facebook rss

Le pagelle dell’Ascoli: Brosco un “muro”,
Bajic si conferma “cecchino”, il solito Sabiri

SERIE B - Prestazioni sopra le righe di tutta la squadra. Ancora impeccabile la coppia difensiva. Eramo subentra a Saric e crea il gol del vantaggio. Dionisi una spina nel fianco del Cittadella. Buchel festeggia il primo (pesantissimo) gol in maglia bianconera

Brosco il migliore, ma non è una novità

 

di Andrea Ferretti

Leali 6,5 – Sempre ben posizionato, neutralizza con sicurezza le poche conclusioni del Cittadella.

Pucino 6,5 – Dalle sue parti non si passa, e quando c’è da usare le maniere forti non si tira indietro.

Brosco 7,5 – Le palle alte sono tutte le sue e annulla, senza grossi problemi, l’ex di turno Beretta. Il capitano sta chiudendo il campionato in bellezza.

Avlonitis 6,5 – Anticipi e chiusure sempre puntuali. Determinante da quando è tornato titolare. Anche stavolta.

Kragl 6,5 – Nel primo tempo trova lo spazio per calciare in porta e sfiora il vantaggio con una “bomba” delle sue. Partita attenta e ordinata.

Saric 6 – Non era al meglio, ma stringe i denti per esserci. Deve sventolare bandiera bianca dopo mezzora in cui non si risparmia.

Buchel 7 – Torna dopo la squalifica e realizza, complice una fortunosa deviazione, il gol dell’1-0 che vale oro, il primo per lui in maglia bianconera.

Caligara 6,5 – Corre per due coprendo tutta la fascia sinistra. Recupera tanti palloni sprecandone pochissimi. Il giovane centrocampista si dimostra pronto per il salto di categoria.

Sabiri 7 – Calamita tutti i palloni che riceve procurandosi punizioni preziose e distribuendo palloni con qualità e lucidità. Stavolta non segna, ma risulta comunque uno dei migliori.

Dionisi 6,5 – L’assist per Bajic è geniale. Maniero gli nega almeno due volte la gioia del gol. Fa la sua parte egregiamente anche senza segnare.

Bajic 7 – Imbeccato da Dionisi, trafigge Maniero con un perfetto diagonale realizzando il 12° gol in campionato. Decisivo nella grande rimonta-salvezza.

Eramo (dal 33’pt) 6,5 – Subentra a Saric facendo valere freschezza e dinamismo. Da una sua intuizione nasce il 2-0 di Bajic.

Bidaoui (dal 27’st) 6 – Entra al posto di Bajic nel tentativo di sfruttare qualche ripartenza. Ci riesce ma, a tu per tu col portiere, si mangia il 3-0.

Mosti (dal 44’st) S.V. – Ultimi sette minuti compreso il recupero

Baroncelli/Sottil 7 – Approccio alla gara troppo timoroso. Poi, dopo il vantaggio di Buchel, la squadra si scioglie, prende campo ed arriva il raddoppio. Nella ripresa nessun rischio. Un’altra partita di spessore che vale la salvezza con una giornata d’anticipo.




© RIPRODUZIONE RISERVATA


Torna alla home page


Per poter lasciare o votare un commento devi essere registrato.
Effettua l'accesso oppure registrati




X