facebook rss

Ascoli, Sottil:
«Avremmo meritato la vittoria,
col Cittadella sarà una finalissima»

SERIE B - Buon pareggio in chiave salvezza per il Picchio contro la Reggina. Il tecnico bianconero nel post partita: «Affrontavamo un avversario forte. Abbiamo conquistato un risultato importantissimo, ma dobbiamo continuare a stare concentrati senza fare calcoli. Contento per Bajic e Sabiri. La mia espulsione? Non me la spiego»

di Salvatore Mastropietro

Nella trasferta sul campo della Reggina l’Ascoli mette in fila il quinto risultato utile consecutivo conquistando un punto fondamentale in chiave salvezza. La partita del “Granillo” si era messa sui binari sbagliati per il Picchio, con il gol subìto siglato da Cionek ed il rigore fallito da Sabiri. Ci hanno pensato poi Bajic (11esimo gol stagionale) e lo stesso Sabiri, autore di una conclusione a dir poco sensazionale, a ribaltare il risultato prima del definitivo pareggio dell’ex di turno Montalto. Il punto conquistato assume un sapore ancora più positivo in relazione ai risultati delle dirette concorrenti per la salvezza, tutte (Pordenone, Cosenza e Reggiana) uscite sconfitte nei rispettivi confronti.

Andrea Sottil al “Granillo”

Nelle parole di mister Sottil rilasciate nel post partita c’è soddisfazione per un risultato tutto sommato buono e per un’altra prestazione di livello della sua squadra: «Oggi abbiamo affrontato una Reggina reduce da sei risultati utili consecutivi, un avversario forte, fisico, una squadra che punta ai playoff e che tiene in panchina uno come Denis. Non posso che fare i complimenti ai ragazzi. L’Ascoli avrebbe meritato la vittoria, ma portiamo a casa un pareggio importantissimo, ottenuto su un campo difficile. I primi 10’-15’ non siamo partiti come altre volte, abbiamo subìto il gol avversario, ma poi ci siamo ribaltati in avanti. Abbiamo avuto l’occasione del pareggio su rigore, ma può capitare di non realizzarlo. Poi prima dell’intervallo abbiamo agguantato il pareggio. Nella ripresa siamo rientrati in campo per cercare il vantaggio e lo abbiamo trovato, poi abbiamo subito il 2-2 dei padroni di casa».

Il tecnico bianconero ha dovuto seguire gran parte della gara dalla tribuna, a causa dell’allontanamento per proteste al 21’: «Credo sia stata una espulsione ingiusta, che non mi spiego. Ho solo detto al quarto uomo di dare una mano all’arbitro perché avevamo appena subìto un fallo netto, ma credo che il guardalinee abbia richiamato l’attenzione del direttore di gara, che mi ha espulso».

Sottil con Polito in tribuna dopo l’espulsione

L’Ascoli porta a cinque i risultati utili consecutivi, a testimonianza di un gruppo in costante crescita sotto tutti i punti di vista: «Alleno questi ragazzi da quattro mesi, stiamo sempre insieme. Sono evidenti la crescita mentale, la consapevolezza nei propri mezzi, la compattezza, l’idea di calcio, questa è una squadra che, anche nei momenti di difficoltà, è riuscita a reagire. Devo solo ringraziare i ragazzi, sapevamo che sarebbe stata dura, ma dobbiamo continuare ad essere concentrati sull’obiettivo, pensare a una partita per volta, senza fare calcoli matematici. Abbiamo la possibilità di centrare l’obiettivo con le nostre forze. Ora dobbiamo cercare di recuperare bene, resettare tutto e creare i presupposti per fare una grande prestazione venerdì con il Cittadella, ci aspetta una finalissima».

Contro la Reggina il tecnico ha sostituito Buchel e Brosco, squalificati, con Danzi e Quaranta: «Danilo ha giocato una buona partita contro avversari scomodi. La Reggina ha un attacco fisico e spigoloso. Avlonitis ha stretto i denti, deve convivere con questo dolore al ginocchio. Danzi? Mi è dispiaciuto sostituirlo, ma era una lettura tattica, pativamo Folorunsho, così ho pensato di mettere in mezzo Saric».

Su Bajic e Sabiri: «Sono contentissimo per entrambi. Stanno dando continuità alle prestazioni, così come Bidaoui, anche se in questo momento sto scegliendo più Bajic e Sabiri. Sono contento che si trovino, hanno realizzato due bellissimi gol. La rete di Bajic sembra semplice, ma in realtà è stata molto difficile. Sabiri? Oggi ha giocato da Sabiri, a tutto campo, ha fatto un assist e un gol straordinario».

Serie B: dopo l’Entella in C, ecco l’Empoli in A, per il resto tutto in gioco




© RIPRODUZIONE RISERVATA


Torna alla home page


Per poter lasciare o votare un commento devi essere registrato.
Effettua l'accesso oppure registrati




X