facebook rss

Polito sì, Polito no: i petali ora sono finiti

SERIE B - I tifosi hanno finito di sfogliare la margherita. L'Ascoli ha ufficializzato la separazione con il direttore sportivo che, in coppia con Sottil, ha avuto un ruolo determinante nel raggiungimento di una salvezza che sembrava impossibile. Gli annunci, i colpi di scena, i post sui social

 

Ieri su Cronache Picene avevamo titolato “Polito sempre più lontano”. Ora la conferma che lui dell’Ascoli Ciro Polito è solo l’ex direttore sportivo. A ufficializzarlo è la stessa società, che si è affidata al solito annuncio con cui saluta il diesse, bla, bla, bla.

Esattamente cinquanta parole. Eccole: “L’Ascoli Calcio 1898 FC S.p.A. comunica l’avvenuta risoluzione consensuale del contratto col Direttore Sportivo Ciro Polito, giunto in bianconero nel dicembre scorso. Il Club di Corso Vittorio Emanuele ringrazia il DS per l’operato e per il contributo fornito e gli augura le migliori fortune personali e professionali”.

Polito e Pulcinelli al lavoro per costruire il nuovo Ascoli: la foto è del 17 maggio

Si chiude dunque un capitolo e se ne apre un altro. Resta Sottil e non c’è più Polito. Addio alla coppia a cui si deve la salvezza, agguantata – con grande merito – al termine di una cavalcata iniziata quando ormai i tifosi, ma non solo loro, cominciavano di nascosto a scrutare le classifiche della Serie C per vedere le possibili avversarie del prossimo campionato, e anche quelle della D per le eventuali promosse in terza serie.

Il 17 maggio Polito e Pulcinelli gettavano insieme le basi del nuovo Ascoli (foto postata dal patron sui suoi amati social). Dopo dieci giorni il divorzio e, contemporaneamente, la conferma di Sottil. Poi la foto (anche questa sui soicial) di Pulcinelli che stringe la mano a Roma a Sottil.

Ai tifosi, e al popolo ascolano, interessano poco annunci e foto. A parte Sottil, che c’era prima e c’è ancora, ora ci sarà da ricominciare. A chi si affiderà Pulcinelli? Aspettiamo il prossimo post.

Sottil e Polito al “Picchio Village”: foto ormai d’altri tempi




© RIPRODUZIONE RISERVATA


Torna alla home page


Per poter lasciare o votare un commento devi essere registrato.
Effettua l'accesso oppure registrati




X