Quantcast
facebook rss

L’Ascoli chiude
per lo svincolato Fabbrini
e non molla Marconi del Pisa

SERIE B - Continua il lavoro sul mercato del ds Lupo, che sta per assicurarsi a sorpresa il fantasista classe 1990. L'accordo tra le parti è ad un passo sulla base di un contratto triennale. Va avanti anche la caccia al centravanti: in pole resta il centravanti del Pisa, non convocato per il ritiro estivo dei toscani
...

di Salvatore Mastropietro

Diego Fabbrini ai tempi dello Spezia

Colpo a sorpresa dell’Ascoli, che si avvicina in maniera prepotente allo svincolato Diego Fabbrini. Il profilo del classe 1990, svincolato dopo le ultime due stagioni passate in Romania alla Dinamo Bucarest, è stato individuato dal direttore sportivo Fabio Lupo per rinforzare il reparto offensivo bianconero. Fabbrini, che in Italia ha vestito le maglie di Empoli, Udinese, Siena e Palermo, può infatti ricoprire diversi ruoli: è prevalentemente un esterno offensivo di piede destro, ma in carriera ha giocato spesso anche da trequartista.

Potrebbe essere lui, dunque, il sostituto di Sabiri nel caso in cui dovesse arrivare un’offerta soddisfacente al club del patron Massimo Pulcinelli. In caso contrario, sarebbe il suo vice in grado di garantire diverse soluzioni tattiche a mister Sottil. Il calciatore toscano dovrebbe firmare un contratto triennale fino al 2024. La trattativa verrà definita presumibilmente entro la giornata di domani e Fabbrini, visite mediche permettendo, dovrebbe aggregarsi alla squadra già per il weekend, quando è in programma l’inizio del ritiro in quel di Cascia.

Marconi in azione in Ascoli-Pisa dello scorso marzo

Continua nel frattempo senza sosta il lavoro del direttore sportivo Fabio Lupo. Il prossimo obiettivo per il completamento della rosa sarà quello di mettere a disposizione di Sottil una spalla da affiancare a Federico Dionisi nel collaudato 4-3-1-2. Il nome più caldo, e non è ormai un mistero, è quello di Michele Marconi del Pisa. L’attaccante classe 1989 (28 gol in Serie B negli ultimi campionati) è ormai in rotta con il club toscano, tanto da essere stato escluso per il momento dalla lista dei convocati per il ritiro estivo. L’Ascoli resta dunque vigile sul calciatore, ma resta da valutare il discorso squalifica: c’è infatti ancora in ballo il ricorso presso il Collegio di Garanzia del Coni per gli otto turni di stop che deve ancora scontare dopo le presunte frasi razziste rivolte a Joel Obi in un Chievo-Pisa dello scorso dicembre. Il Picchio resta in vantaggio sul calciatore e degli sviluppi in questo senso sono attesi nel corso della prossima settimana.

 




© RIPRODUZIONE RISERVATA


Torna alla home page


Per poter lasciare o votare un commento devi essere registrato.
Effettua l'accesso oppure registrati




X