Quantcast
facebook rss

La nuova Samb prende forma,
il nuovo stemma anche

SERIE C - Giorni di intenso lavoro per il ds Porchia che sta incontrando diversi rossoblù. Lista dei confermati destinata ad allungarsi. Si seguono Avogadri (20 anni) portiere dell'Atalanta, e Plescia (23) attaccante della Vibonese. Nel logo dell'A.S. Sambenedettese la "fusione" di due stemmi storici
...

 

di Benedetto Marinangeli

 

Sono sempre le riconferme a tenere banco in casa Samb. Nei giorni scorsi il diesse Sandro Porchia ha incontrato diversi calciatori. Un giro d’orizzonte per valutare le loro intenzioni di continuare l’avventura in riva all’Adriatico e per il direttore sportivo l’occasione di avere un quadro generale della situazione. Potrebbe allungarsi la lista dei riconfermati.

Rocchi rientra per fine prestito

Hanno grosse ciance di restare Cristini, Shaka Mawuli, D’Angelo che nonostante i suoi 35 anni ha dato sempre il massimo per la causa rossoblù anche a suon di reti, Fazzi e Di Pasquale con questi ultimi che sono sempre seguiti con attenzione dall’Avellino. Ma i due calciatori ancora sotto contratto con la Samb hanno manifestato l’intenzione di restare.

Da valutare, invece, in ritiro i destini di Babic, Chacon, De Ciancio, Goichoechea, Liporace, Scrugli e Laborda. Il portiere argentino, però non ha particolarmente convinto nelle poche occasioni in cui è sceso in campo e e con ogni probabilità non verrà confermato. Anche perché la Samb sarebbe vicina a Lorenzo Avogadri estremo difensore classe 2001 di proprietà dell’Atalanta ma che nella passata stagione ha militato nella Primavera della Sampdoria. Un elemento che Porchia conosce bene per averlo avuto a Palermo.

Avogadri

Resterà anche Lorenzo Fusco. Per fine prestito rientrano alla base centrocampisti Ludovico Rocchi e Manuele Malotti. Per l’attacco, reparto da rifondare, piace il centravanti Vincenzo Plescia classe ’98 nella passata stagione autore di undici reti con la maglia della Vibonese.

STAFF TECNICO – Nei prossimi giorni verrà definito anche lo staff tecnico. Insieme a Massimo Donati ci saranno il  vice Michele Andrisani, il preparatore atletico Gianmarco Pontrelli e l’allenatore dei portieri Stefano Visi.

NUOVO STEMMA – Quella della Sambenedettese è una storia di rinascite. Il nuovo stemma dell’A.S. Sambenedettese è fortemente ispirato alle radici della squadra: il Torrione, col suo orologio fermo alle 19 e 23, le strisce rosse e blu, colori della squadra e della città. I simboli restano al centro, ma il nuovo stemma si presenta come una rivisitazione di due stemmi storici: il primo in uso dal 1969 al 1973, l’altro dal 1980 al 1983. Un ritorno alla tradizione, con uno sguardo pieno di orgoglio rivolto verso il centenario.




© RIPRODUZIONE RISERVATA


Torna alla home page


Per poter lasciare o votare un commento devi essere registrato.
Effettua l'accesso oppure registrati




X