Quantcast
facebook rss

Samb: avvocati al lavoro
per il ricorso,
martedì ultimo giorno utile

SERIE C - In ballo ci sono sempre le modalità di pagamento dei 370.000 euro di contributi previdenziali lasciati in eredità da Serafino. Mercato in stand by ma è stato opzionato il ventunenne portiere Lorenzo Bocci svincolato dal Perugia
...

di Benedetto Marinangeli

Verrà presentato domani dalla Samb il ricorso avverso alla decisione della Covisoc di non ammettere in prima istanza il club rossoblù al prossimo campionato di serie C. I legali della società del “Riviera delle Palme” stanno lavorando alacremente per presentare un documento il più dettagliato possibile e che non dia adito a dubbi interpretativi sulla volontà di ottemperare alle richieste dell’ organo di controllo. Poi la decisione finale spetterà al Consiglio Federale di giovedì 15 che delibererà le formazioni ammesse o escluse al prossimo campionato.

Come si sa sono sei le società in bilico. Il Chievo in B, Casertana (mancata fideiussione), Gozzano (rinuncia all’iscrizione in Lega Pro) e Carpi, Novara, Paganese e Samb a causa di alcuni problemi legati alla rateizzazione dei contributi con il fisco. Nell’eventualità di una decisione avversa i club potranno inoltrare ricorso alla Sezione del Collegio di Garanzia dello Sport del Coni e questa sarà l’ultima speranza di poter iscriversi alla prossima stagione. Poi il 27 luglio verranno stilati i giorni.

Il nodo gordiano della questione è relativa al pagamento dei contributi dei calciatori della gestione Serafino che secondo la Covisoc devono essere regolati dalla Samb. 130mila euro sono stati già ottemperati dalla dirigenza rossoblù all’ Inps mentre ne ballano sempre 370mila per i quali la società del Riviera delle Palme aveva presentato la compensazione con la cessione di crediti d’impresa, lecita per la legge civile ma non compatibili con le norme federali.

Patron Renzi

Si è poi parlato di una possibile rateizzazione chiesta dal presidente Roberto Renzi e dai suoi soci ma anche questa soluzione non sarebbe possibile perché si tratta di contributi previdenziali che riguardano la passata gestione. Ed infine ecco l’opzione del pagamento in contanti dove l’ostacolo sarebbe rappresentato dalle nuove norme sulle licenze nazionali in base alle quali si stabilisce l’impossibilità di integrare documenti o effettuare tardivi pagamenti rispetto alla data del 28 giugno, ultimo giorno utile per  l’iscrizione al prossimo campionato.

Insomma i legali della Samb dovranno redigere un ricorso estremamente circostanziato e con dati di fatto oggettivi per avere così l’ok dal Consiglio federale di giovedì prossimo.

Sul fronte mercato tutto è fermo in attesa di questa decisione, ma il diesse Porchia sta lo stesso portando avanti delle trattativa. Ultimo nome in ballo è quello del portiere ventunenne Lorenzo Bocci svincolato dal Perugia. Si giocherà il posto con Lorenzo Avogadri che in settimana dovrebbe arrivare a San Benedetto.




© RIPRODUZIONE RISERVATA


Torna alla home page


Per poter lasciare o votare un commento devi essere registrato.
Effettua l'accesso oppure registrati




X