Quantcast
facebook rss

L’Ascoli vuole ingranare la marcia
anche davanti a propri tifosi:
al “Del Duca” arriva il Brescia di Inzaghi

SERIE B - Quello contro la compagine lombarda sarà un importante banco di prova per la squadra di mister Sottil, che vuole dare continuità al grande inizio di campionato. Nel 4-3-1-2 mancheranno Avlonitis e Saric, in avanti fiducia alla coppia Iliev-Dionisi. Il tecnico degli ospiti si affida all'ex Bajic e avverte i suoi: «Troveremo un ambiente difficile». Arbitra Massimi, calcio d'inizio alle 14
...

di Salvatore Mastropietro

Tornare al successo in casa dopo il passo falso di una settimana fa, migliorare lo score di due stagioni fa con Paolo Zanetti, impensiere un avversario forte come quello di Filippo Inzaghi, gli ex Riad Bajic e Michele Cavion… Sono numerosi i temi che porta con sé il match di domani (ore 14) tra Ascoli e Brescia, valevole per la quinta giornata del campionato di Serie B.

L’esultanza dei bianconeri ad Alessandria

La squadra bianconera è stata senz’altro una delle più positive in questo inizio di stagione e quella lombarda non è stata da meno. La classifica da questo punto di vista parla chiaro: il Picchio è secondo in solitaria con dodici punti, mentre le Rondinelle sono in terza piazza con una lunghezza in meno.

Quello di domani sarà un importante banco di prova per entrambe le squadre e in particolare per i bianconeri. In casa Ascoli si sta cercando di mantenere un profilo abbastanza basso, al netto di quel pizzico di entusiasmo normale e salutare, e di guardare partita per partita. E’ chiaro, però, che un risultato positivo domani difficilmente terrebbe a bada certi animi.

La sfida di domani arriva a nove mesi di distanza dal precedente dello scorso gennaio, quando la squadra di Sottil riuscì a superare in extremis con gol di Brosco quella dell’ex Dionigi. Da allora tante cose sono cambiate: è un altro Brescia, è un altro Ascoli e inoltre sugli spalti ci sarà pubblico. Gli appelli arrivati da più parti (patron Pulcinelli in primis) non riporteranno sugli spalti la tifoseria organizzata, ma la spinta del popolo del Picchio sarà comunque fondamentale. Alle 19 di oggi, venerdì 24 settembre, sono 3.397 i biglietti venduti (di cui 61 supporters ospiti).

Andrea Sottil

QUI ASCOLI – Il turno infrasettimanale contro l’Alessandria non ha permesso all’Ascoli di usufruire della classica settimana tipo di lavoro. In casa bianconera si è comunque lavorato parecchio sui temi tattici. Tra gli aspetti da migliorare rispetto all’ultimo match c’è la copertura delle fasce laterali in fase difensiva e una migliore gestione del pallone in fase offensiva. Da valutare, inoltre, la condizione fisica di alcuni dopo le fatiche degli ultimi match. Sono tanti per il momento i dubbi ancora da sciogliere per mister Sottil, ma ciò che è certo è il forfait di Dario Saric (ancora alle prese con un problema alla caviglia) e Anastasios Avlonitis (attacco febbrile).

Collocolo confermato a centrocampo

Al posto del centrale greco dovrebbe giocare Quaranta, ma c’è da tenere sott’occhio la possibilità di una sorpresa con Spendlhofer e Tavcar che scalpitano. Sull’out di sinistra Felicioli è leggermente favorito su D’Orazio, mentre sulla destra ci sarà ancora Baschirotto nonostante il recupero di Salvi. A centrocampo confermati Buchel e Collocolo con uno tra Eramo e Caligara. Sulla trequarti Fabbrini riprenderà il posto da titolare al posto di Maistro, mentre in avanti dovrebbe essere confermata la coppia Iliev-Dionisi.

In tutto sono 23 i calciatori convocati da mister Sottil per il match di domani: Guarna, Leali, Baschirotto, Botteghin, D’Orazio, Felicioli, Quaranta, Salvi, Spendlhofer, Tavcar, Buchel, Caligara, Castorani, Collocolo, Donis, Eramo, Maistro, Bidaoui, De Paoli, Dionisi, Fabbrini, Iliev, Petrelli.

Riad Bajic guiderà l’attacco delle Rondinelle

QUI BRESCIA – Rispetto all’Ascoli mister Filippo Inzaghi, che torna al “Del Duca” ad oltre un anno dallo 0-4 del 31 luglio 2020 con il Benevento, ha potuto beneficiare di un giorno in più per preparare il match, avendo disputato l’anticipo di lunedì contro il Frosinone (2-2). Dopo le tre vittorie arrivate nelle prime due giornate, la squadra lombarda ha rallentato la propria corsa ottenendo due pareggi. Le sensazioni restano comunque positive e andranno confermate nell’impianto piceno, definito dall’allenatore delle Rondinelle un «ambiente difficile».

Dal punto di vista tattico il Brescia continuerà ad insistere sul 4-3-2-1 con l’ex Riad Bajic come terminale offensivo. L’altro ex, Michele Cavion, dovrebbe partire invece dalla panchina. Questi tutti i calciatori biancoazzurri a disposizione per la gara di domani: Joronen, Karacic, Mateju, Chancellor, van de Looi, Palacio, Moreo, Bajic, Perilli, Mangraviti, Cistana, Huard, Ayé, Labojko, Linner, Cavion, Jagiello, Bisoli, Bertagnoli, Tramoni, Pajac, Papetti, Léris.

LE PROBABILI FORMAZIONI

ASCOLI (4-3-1-2): Leali; Baschirotto, Botteghin, Quaranta, Felicioli; Collocolo, Buchel, Caligara; Fabbrini; Dionisi, Iliev. Allenatore: Sottil.

BRESCIA (4-3-2-1): Joronen; Mateju, Cistana, Mangraviti, Pajac; Bertagnoli, Van de Looi, Jagiello; Tramoni, Leris; Bajic. Allenatore: Inzaghi.

Arbitro: Massimi di Termoli (assistenti Zingarelli di Siena e Rocca di Catanzaro, quarto ufficiale Cascone di Nocera Inferiore, Var Pezzuto di Lecce, Avar Valeriani di Ravenna).

Stadio: Del Duca, ore 14.




© RIPRODUZIONE RISERVATA


Torna alla home page


Per poter lasciare o votare un commento devi essere registrato.
Effettua l'accesso oppure registrati




X