Quantcast
facebook rss

Ascoli, Sottil soddisfatto:
«Gara interpretata bene,
voglio vedere sempre
questa mentalità»

SERIE B - I bianconeri riprendono da dove avevano lasciato prima della sosta. Il tecnico: «Non era scontato venire a vincere qui. I ragazzi hanno fatto quello che bisognava fare, i tre punti sono meritati. Botteghin è il nostro leader difensivo, Salvi ha questi gol nelle corde»
...

di Salvatore Mastropietro

 

Dopo le due settimane di sosta l’Ascoli riprende da dove aveva lasciato. Nella fitta nebbia di Lignano Sabbiadoro i bianconeri battono di misura il Pordenone grazie a un’incornata di Salvi e conquistano il secondo successo consecutivo dopo quello arrivato il 6 novembre contro il Vicenza. Al “Teghil” va in scena una partita sporca e senza grandi emozioni per buona parte dei novanta minuti, ma alla fine per i bianconeri ne escono fuori tre punti meritati e di grande importanza.

Mister Sottil al “Teghil”

Può dirsi soddisfatto mister Andrea Sottil nel post partita: «Sapevamo che sarebbe stata una gara tosta e complicata. Quando giochi contro l’ultima hai tutto da perdere in termini di gioco e di prestazione, considerando anche che il Pordenone ha giocatori forti in rosa nonostante si ritrovi in fondo. Non era così scontato venire a vincere, ma detto questo faccio i complimenti ai ragazzi perché hanno interpretato bene la partita. Hanno lottato in mezzo al campo, sulle seconde palle e sono stati pratici e cinici meritando la vittoria. Dopo la sosta c’era il rischio di non partire subito col piglio giusto e invece sono arrivati tre punti fondamentali per il nostro percorso».

In condizioni meteorologiche non proprio ottimali l’Ascoli ha confermato quanto di buono fatto vedere con Vicenza e Pisa dopo la “nebbia” delle gare precedenti: «All’interno di un campionato ci può stare un po’ di nebbia per utilizzare questa metafora, ma l’importante è restare uniti e compatti mantenendo la fiducia. Eravamo consapevoli che ne saremmo usciti facendo queste prestazioni, con cattiveria e determinazione. Avanti per questa strada, godiamoci questa vittoria e manteniamo il nostro equilibrio».

In campo mister Sottil ha potuto contare sulla solita grande prestazione di Botteghin, che oggi ha tagliato le 500 presenze tra i professionisti: «È un grande calciatore e il suo vissuto parla chiaro. Ha vinto scudetti da capitano, qui ci ha messo un pochino ad integrarsi visti i concetti diversi. Si tratta di un grande professionista e un grande uomo, si merita un traguardo del genere. Sta diventando sempre di più il nostro leader difensivo».

Lo stacco di Salvi che ha portato al gol-vittoria

Con la vittoria odierna continua il grande rendimento in trasferta dei bianconeri: «È difficile spiegare perché c’è questo rendimento diverso tra il giocare in casa e fuori. Fuori casa magari si gioca più di contropiede e sfruttando gli spazi, ma oggi non era facile rendersi pericolosi con il Pordenone così chiuso. Abbiamo fatto bene sotto questo aspetto e adesso dobbiamo continuare con questa mentalità».

L’aspetto dei calci piazzati, curato molto in settimana, è risultato oggi decisivo: «I calci piazzati rappresentano una percentuale alta in termini di gol. Abbiamo ottimi giocatori nel calciarli e altrettanti ottimi saltatori. Salvi ha queste caratteristiche e gol così li ha sempre fatti in carriera».

 




© RIPRODUZIONE RISERVATA


Torna alla home page


Per poter lasciare o votare un commento devi essere registrato.
Effettua l'accesso oppure registrati




X