Quantcast
facebook rss

La Samb in Campania
per centrare il primo successo in trasferta
contro il fanalino di coda del girone

SERIE D - L'Aurora Alto Casertano non ha mai vinto ed ha solo 2 punti in classifica. Il tecnico Alfonsi: «E’ l’ennesima trappola in cui non possiamo cadere. Con Visi abbiamo lavorato sulla testa dei ragazzi e siamo pronti a questa nuova battaglia». Diciotto i convocati compresi due ragazzi della Juniores ma diversi i rossoblù non sono al meglio
...

di Benedetto Marinangeli

Diciotto convocati compresi i due giovani della juniores Poli e Amatucci e Lisi rientrante dalla squalifica. È una Samb con i soliti problemi di organico quella che domani pomeriggio chiudere il nefasto 2021 contro l’Aurora Alto Casertano fanalino di coda del campionato. Il tandem Visi-Alfonsi dovranno fare a meno di Lulli squalificato e dei lungo degenti Angiulli e Ferri Marini. Ma ci sono anche diversi rossoblù che non sono al meglio della condizione fisica.

Sante Alfonsi

«Anche Tobias (Knoflach, ndr) è da valutare –dice Sante Alfonsi- senza dimenticare che Varga e Pica non sono al cento per cento. E’ l’ultima partita e poi avranno tempo per recuperare completamente. Sono le solite difficoltà che stiamo vivendo in questa stagione. Bisogna stringere i denti e chi scenderà in campo ci darà una mano  per vince quest’altra battaglia in terra campana».

Ed è proprio dal punto di vista psicologico che Visi e Alfonsi hanno lavorato dopo il successo di domenica scorsa con il Tolentino. «La vittoria sui cremisi –analizza Alfonsi- è cancellata. Abbiamo festeggiato ma ora basta. Non abbiamo fatto nulla. Dobbiamo scordarci la classifica e tutto ciò che ci circonda e lottare su ogni pallone per tirarsi fuori dai bassifondi della classifica, mettendo tutto in campo».

L’Aurora Alto Casertano, è il fanalino di coda del girone. Non ha mai vinto, mai segnato in casa e ad oggi ha totalizzato tredici sconfitte e due pareggi. 32 i gol subiti e solo 2 quelli realizzati. Alfonsi  però invita a non guardare i numeri.

«Tutte le partite –è sempre il tecnico rossoblù che parla- nascondo insidie. E questa ancora di più. È l’ennesima trappola in cui non possiamo cadere. Con Stefano Visi abbiamo lavorato sulla testa dei ragazzi e siamo pronti a questa nuova battaglia. In trasferta abbiamo sofferto i campi piccoli e stretti e quelli in sintetico, ma questa volta non deve accadere. Lo ripeto, vogliamo vincere la battaglia di domani».

Solo dopo la gara di domani pomeriggio, la società prenderà una decisione sul futuro assetto tecnico. Non bisogna dimenticare, poi, che il 31 dicembre si chiude il mercato dei dilettanti e che la Samb ha una rosa da completare. La decisione spetta al presidente Roberto Renzi. Non si può perdere ulteriore tempo.




© RIPRODUZIONE RISERVATA


Torna alla home page


Per poter lasciare o votare un commento devi essere registrato.
Effettua l'accesso oppure registrati




X