Quantcast
facebook rss

L’Ascoli al giro di boa:
Sottil come Giampaolo
dopo 19 gare
e rendimento super in trasferta

SERIE B - I bianconeri non chiudevano così bene il girone d'andata dalla stagione 2004-2005. Ben 20 i punti arrivati lontani dalle mura amiche: unica nota stonata il bilancio al "Del Duca". Picchio Village: ripresa la preparazione in vista del Cosenza
...

 

di Salvatore Mastropietro

 

Con la netta e convincente vittoria arrivata nell’anticipo di venerdì sul campo della Ternana si è chiuso il girone d’andata dell’Ascoli. Come spesso accade, il giro di boa è un buon momento per tirare qualche somma dopo essersi messi alle spalle la prima parte del campionato.

Andrea Sottil

Il bilancio in casa bianconera non può che essere positivo. Dopo aver praticamente respirato sempre aria di bassa classifica nelle ultime stagioni, il Picchio ha quest’anno assaporato quasi stabilmente sapore di playoff, al netto di qualche momento no da cui la squadra di Andrea Sottil si è sempre prontamente rialzata.

Il bilancio dopo 19 partite parla di 29 punti conquistati per una media di 1,53 partita. Il tecnico piemontese ha fatto meglio anche di Paolo Zanetti, che arrivò alla fine del girone d’andata con due punti in meno rispetto all’attuale allenatore per poi essere esonerato due partite dopo la ripresa del campionato.

Marco Giampaolo

Nella storia recente dell’Ascoli solo il tandem Marco Giampaolo-Massimo Silva nella stagione 2004-2005 ha avuto lo stesso rendimento di Sottil dopo 19 partite.

Alla fine del girone d’andata, però, l’allenatore abruzzese arrivò a 35 punti conquistati, ma quella era una Serie B a 22 squadre in cui si disputavano 42 gare in totale (due in più per girone).

Il dato che stride al termine del girone d’andata è senz’altro quello dei punti conquistati tra le mura amiche. Al “Del Duca” i bianconeri hanno raccolto appena 9 dei 29 punti totali conquistati, frutto di due successi (contro Cosenza e Vicenza) e tre pareggi (contro Lecce, Monza e Parma). Nella speciale classifica delle gare giocate in casa l’Ascoli appare in zona retrocessione: solo Vicenza e Pordenone hanno fatto peggio.

Totalmente opposto, invece, il rendimento avuto lontano dal “Del Duca”, che è tranquillamente definibile come “da Serie A”: 20 punti in dieci partite (6 vittorie, 2 pareggi e 2 sconfitte). Solo il Brescia con 25 ha fatto meglio, a testimonianza che l’appellativo di “squadra da trasferta” affibbiato da diversi addetti ai lavori al gruppo di Andrea Sottil non è affatto campato per aria.

PICCHIO VILLAGE – Dopo la giornata di riposo concessa ieri dallo staff tecnico di mister Sottil, la squadra bianconera è tornata oggi, domenica, ad allenarsi al “Picchio Village”. Il gruppo è stato impegnato in un circuito tecnico, in tattica integrata e in partite a campo ridotto. Domani è in programma una nuova seduta di lavoro alle ore 14,30 al Picchio Village.

LA PROSSIMA – Nel mirino c’è la gara di sabato prossimo contro il Cosenza. I calabresi non sono scesi in campo per l’ultima giornata del girone d’andata a causa dell’elevato numero di positivi presenti all’interno del gruppo squadra (21 tra staff e calciatori).

 

Serie B: la classifica si accorcia e l’Ascoli sta lì




© RIPRODUZIONE RISERVATA


Torna alla home page


Per poter lasciare o votare un commento devi essere registrato.
Effettua l'accesso oppure registrati




X