Quantcast
facebook rss

Ascoli, a Cosenza al via il girone di ritorno:
assenze pesanti e tanta voglia di dare continuità

SERIE B - Picchio in Calabria senza Dionisi, Botteghin, Maistro e il separato in casa Sabiri. Sottil si affiderà a gran parte dell'undici che ha vinto a Terni: rientra Saric, ancora Tsadjout a guidare l'attacco. Lupi reduci dall'emergenza Covid, Occhiuzzi: «Dovremo ribattere colpo su colpo». Arbitra Meraviglia, calcio d'inizio alle 14
...

di Salvatore Mastropietro

 

Andrea Sottil sperava di arrivare a Cosenza-Ascoli in una situazione migliore a livello di calciatori a disposizione rispetto alla settimana scorsa. Il miglioramento c’è, ma è di entità decisamente minore rispetto a quanto si ipotizzava. Capitan Federico Dionisi ha dovuto dare forfait (problema muscolare) insieme al match winner di Terni Fabio Maistro e ad Eric Botteghin. Resta out anche Abdelhamid Sabiri, che sta rivivendo l’episodio di fine estate e inizio autunno da separato in casa, seppur con meno polemiche e frecciatine tra le parti. C’è inoltre la fresca notizia riguardante Anastasios Avlonitis, che dalla prossima settimana è pronto a trasferirsi a titolo definitivo all’Apoel Limassol. Il difensore greco, che ha chiesto la cessione per motivi familiari, è comunque partito con la squadra, ma difficilmente verrà chiamato in causa dal primo minuto.

Andrea Sottil

Di mercato, comunque, ci sarà tempo di parlarne la prossima settimana fino alla scadenza del 31 gennaio, che quest’anno verrà anche preceduta da un weekend di sosta. Mister Sottil, come annunciato già ieri in conferenza stampa, non vuole alcun alibi. La squadra ha già dimostrato con la Ternana di potersi imporre nonostante le assenze e al “San Vito-Marulla” dovrà dimostrarlo. Tra le notizie arrivate dall’infermeria, ce ne sono da considerare anche un paio di positive, come i rientri di Mirko Eramo, Marcel Buchel, Alessandro Salvi e la prima convocazione di Nicola Falasco.

Tsadjout guiderà ancora l’attacco

Per fare ciò, il tecnico piemontese si affiderà in gran parte proprio allo schieramento che ha permesso di espugnare Terni, a partire dall’esperimento riuscito del 4-3-2-1. Davanti a Leali, ancora fiducia alla coppia Bellusci-Quaranta. Sulle fasce difensive Baschirotto e D’Orazio restano leggermente in vantaggio su Salvi e Falasco. Ballottaggio anche a centrocampo, dove Eramo si contende il posto con Buchel. Pronto a tornare dal 1′, invece, Dario Saric, che prenderà il posto di Collocolo. Per quanto riguarda l’attacco si va verso la riconferma del tridente Palazzino-Tsadjout-Bidaoui.

Questi i 22 calciatori partiti alla volta di Cosenza tramite un volo di linea Roma-Lamezia Terme: Guarna, Leali, Raffaelli, Avlonitis, Baschirotto, Bellusci, D’Orazio, Falasco, Quaranta, Salvi, Tavcar, Buchel, Caligara, Collocolo, Eramo, Franzolini, Saric, Bidaoui, De Paoli, Iliev, Palazzino, Tsadjout.

D’Orazio ex di turno

QUI COSENZA – Se in casa Ascoli si continua a vivere una situazione di emergenza (seppur ridotta rispetto a una settimana fa), di certo non se la passa meglio il Cosenza. Il focolaio di positivi al Covid scoppiato nelle ultime settimane, che ha toccato i 20 casi all’interno del gruppo squadra, ha imposto il rinvio della partita della scorsa settimana contro il Cittadella. Gran parte delle negativizzazioni sono state certificate negli ultimi giorni, motivo per cui mister Occhiuzzi deve fare i conti con una forma ancora precaria da parte di molti suoi elementi.

«Serve praticità – ha dichiarato in conferenza il tecnico subentrato in corsa a Zaffaroni -. Ieri e oggi ho potuto lavorare con la rosa a disposizione, ma deciderò meglio domani. Dopo il Covid ognuno risponde in modo diverso, devo essere bravo a gestire queste situazioni. Dobbiamo rispondere colpo su colpo contro una squadra che ha fatto risultati fuori casa, che ha la sua forza nel ritmo, allenata da un tecnico molto preparato. Dobbiamo essere pronti a questo, sapere ciò che fa l’Ascoli e dare l’impressione di poter far male li davanti».

LE PROBABILI FORMAZIONI

COSENZA (4-3-1-2): Matosevic; Bittante, Venturi, Rigione, Liotti; Carraro, Palmiero, Situm; Florenzi; Caso, Millico. Allenatore: Occhiuzzi

ASCOLI (4-3-2-1): Leali; Baschirotto, Bellusci, Quaranta, D’Orazio; Saric, Eramo, Caligara; Palazzino, Bidaoui; Tsadjout. Allenatore: Sottil

Arbitro: Meraviglia di Pistoia (assistenti Preti di Mantova e Gianluca Sechi di Sassari, quarto ufficiale Acanfora di Castellammare di Stabia, Var Massimi di Termoli, Avar Mokhtar di Lecco)

Stadio: San Vito-Marulla, ore 14




© RIPRODUZIONE RISERVATA


Torna alla home page


Per poter lasciare o votare un commento devi essere registrato.
Effettua l'accesso oppure registrati




X